Il sito della Difesa di Pratica di Mare, che si trova tra Pomezia e il litorale a sud di Roma, diventerà l'hub di stoccaggio di tutti i vaccini anti-Covid19. Da lì partirà l'imponente campagna di vaccinazione che prenderà il via, presumibilmente, nei primi mesi del 2021. I vaccini saranno stoccati a Pratica di Mare e da lì saranno distribuiti in tutto il Paese dalle forze armate e nello specifico negli oltre 1.500 punti di vaccinazione che saranno allestiti su tutto il territorio. La struttura militare a sud della Capitale è stata perché si tratta di un "hub intermodale", nei pressi dell'aeroporto militare, sicuro e di ampie dimensioni. Il sito, tra l'altro, è in grado di accogliere aerei ed elicotteri e si trova in una posizione strategica per raggiungere tutte le aree della penisola (trovandosi praticamente al centro). La decisione è stata annunciata dal commissario all'emergenza Coronavirus, Domenico Arcuri, in seguito all'accordo tra i ministri della Difesa Lorenzo Guerini e della Salute Roberto Speranza.

Le fasi della vaccinazione anti-Covid in Italia

"Le fiale di vaccino verranno concentrate nel sito, in cui sono disponibili shelter di ampie dimensioni, che garantiranno la massima efficacia per la conservazione ed i massimi livelli di sicurezza per gli stock", ha spiegato Arcuri.

Stando a quanto si apprende, la prima fase della campagna di vaccinazione dovrebbe cominciare già a fine gennaio, ma riguarderà sostanzialmente forze dell'ordine e operatori sanitari. In primavera, presumibilmente, diverrà realmente di massa. Ai 1500 punti di vaccinazione menzionati in precedenza probabilmente si uniranno anche unità mobili per coloro che non possono uscire di casa o si trovano troppo lontani dai punti di somministrazione. In seguito, ancora, probabilmente verranno coinvolti nella somministrazione anche i medici di famiglia e i pediatri.