18 Marzo 2022
18:25

Truffe agli anziani, i consigli della Polizia: “Non aprite la porta e non fidatevi di nessuno”

La Questura di Roma ha diffuso un vademecum con consigli dedicati agli anziani e alle loro famiglie, per evitare truffe e raggiri.
A cura di Alessia Rabbai

Gli anziani sono una delle fasce più fragili della popolazione, che vanno protette e tutelate. Con questo obiettivo la Questura di Roma promuove una campagna di sensibilizzazione dedicata ai nostri nonni. Si tratta di consigli e corretti comportamenti da avere nella vita di tutti i giorni, per evitare di finire vittime di raggiri o truffe ad opera di persone senza scrupoli. Le indicazioni elencate sono rivolte direttamente agli anzaini, ma anche ai loro famigliari, figli e nipoti. Leggeteli e spiegate bene ai vostri genitori e nonni, come comportarsi in cui siano soli in casa ed estrani suonino alla porta o chiami al telefono, oppure qualora si trovino in strada e vengano avvicinati da qualcuno. La parola d'ordine è: non fidarsi! Non farsi prendere dal panico e chiamare subito i propri famigliari, oppure in caso di bisogno il Numero Unico delle Emergenze 112 o rivolgersi al più vicino Commissariato.

In casa non aprite la porta a nessuno

  • Fate attenzione che nessuno vi abbia seguito quando rientrate a casa e non lasciate la chiave nella serratura;
  • Non aprite mai la porta a persone che non conoscete, neanche se hanno un'uniforme o se dicono di essere tecnici;
  • Durante gli interventi in casa chiedete ad un parente di stare con voi per evitare truffe, furti o rapine;
  • Non tenete a vista denaro o oggetti preziosi;
  • Per evitare che truffatori entrino in casa ingannandovi con uniformi false, prima di aprire controllate dalla finestra se c'è la macchina di servizio, chiamate il 112 per una conferma e chiedete sempre il motivo della vista;
  • Gli Enti socio assistenziali come Inps o Inail non hanno personale operativo che fa telefonate o visite a domicilio per prevenzione, accertamento o per ragioni amministrative;
  • In genere quando non vi sentite sicuri non aprite.

Per strada non fidatevi di nessuno e fate attenzione

  • Non date retta a chi vi chiama o vi ferma chidendovi soldi per aiutare un vostro caro in difficoltà;
  • Se siete in auto evitate di lasciare la vostra borsa sul sedile, se dovete allontanarvi anche per pochi istanti ricordatevi di chiudere sempre lo sportello a chiave e di non lasciare incustoditi gli oggetti di valore;
  • Fate attenzione alla truffa dello specchietto;
  •  Fate attenzione a improvvise manifestazioni di affetto da parte di estranei;
  • Quando camminate sul marciapiede portate borse o borselli dal lato interno;
  • Evitate luoghi affollati, a bordo di autobus non parlate con gli sconosciuti e tenetevi stretto il portafoglio;
  • Fatevi sempre accompagnare quando fate operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale;
  • Non fermatevi mai per strada per dare ascolto a chi vi offre facili guadagni o a chi vi chiede di poter controllare i vostri soldi o il vostro libretto della pensione.
  • Se sospettate di essere seguiti, entrate nel negozio più vicino e contattate il numero unico di emergenza (112).
  • Quando utilizzate il bancomat, fatelo con prudenza, insieme a una persona di fiducia.
Anziano di 83 anni preso a bastonate in testa dal figlio con problemi mentali: è grave
Anziano di 83 anni preso a bastonate in testa dal figlio con problemi mentali: è grave
"Inps vi deve dei soldi, ma va pagato il notaio": finto impiegato truffa anziani per migliaia di euro
Violenta per anni la figlia 12enne della compagna: anziano arrestato dopo nove anni di latitanza
Violenta per anni la figlia 12enne della compagna: anziano arrestato dopo nove anni di latitanza
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni