La polizia di Daly City ha emanato una taglia da dieci milioni di dollari per la cattura di Renato Yedra Briseno, l'uomo sospettato fortemente di essere il killer di Veronica De Nitto, la giovane di Latina uccisa nel suo appartamento di San Francisco. L'ipotesi più probabile è che l'uomo abbia varcato il confine con il Messico, rendendo così ancora più difficile la sua cattura. Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, le forze dell'ordine statunitensi sarebbero in seria difficoltà: nonostante l'identità del sospettato numero uno fosse nota da subito dopo il femminicidio, non sono riuscite a rintracciarlo e arrestarlo. E con i giorni che passano sempre più velocemente, l'ipotesi che Yedra Briseno si sia nascosto nel paese di origine si fa sempre più forte.

Renato Yedra–Briseno
in foto: Renato Yedra–Briseno

Femminicidio Veronica De Nitto, caccia a Renato Yedra Briseno

Come ha fatto il 36enne a fuggire alla caccia dell'uomo messa in piedi dalla polizia? Innanzitutto il fatto di avere un passaporto statunitense, che lo avrebbe facilitato nell'attraversare il confine con il Messico. Ma soprattutto il vantaggio di ore (se non di giorni) sulle indagini della polizia. Il corpo di Veronica è stato trovato nel suo appartamento all'85 di Kent Court dai Vigili del fuoco intervenuti su segnalazione di un incendio. Le fiamme erano così estese che ci sono volute quattro ore per domarlo. Quando è stato chiaro che la ragazza era vittima di un agguato da parte del suo ex, sono cominciate le indagini: ma nel lasso di tempo in cui il suo nome è finito in cima alla lista dei sospetti, Yedra Briseno sarebbe riuscito ad arrivare al confine con il Messico e far perdere le sue tracce. Per questo sulla sua testa è stata messa una taglia così alta.

L'uccisione di Veronica De Nitto

Veronica De Nitto era partita da Latina alla volta di San Francisco circa quattro anni fa. Aveva raggiunto la sorella e si era creata una vita in California, senza mai dimenticare gli amici rimasti in Italia. A ucciderla sarebbe stato il suo ex, entrato di notte nella sua abitazione per ucciderla e dare fuoco all'abitazione. Per sostenere la famiglia di Veronica, gli amici della ragazza hanno organizzato una raccolta fondi per coprire le spese del funerale e portare la salma in Italia.