Per il secondo anno consecutivo, Rock in Roma è annullato a causa della pandemia. A comunicarlo i fondatori del festival internazionale in una nota diffusa sui canali social e sul sito web ufficiale. "Con immenso dispiacere comunichiamo ufficialmente che anche quest’anno il Rock in Roma non potrà svolgersi. Ci abbiamo provato in tutti i modi e abbiamo sperato fino all’ultimo di non dovervi dare questa comunicazione per il secondo anno ma, a causa delle restrizioni in essere in merito agli eventi di musica dal vivo e per la sicurezza di tutti, l’unica soluzione è quella di rimandare il Rock in Roma al 2022. Vi ringraziamo ancora una volta per la pazienza e il supporto che ci avete dimostrato durante questo anno”.

Una programmazione di due mesi con gli artisti rock più famosi a livello mondiale

Nato nel giugno del 2009, ogni anno il festival copre una programmazione di due mesi composta da una ricca rassegna musicale che attira milioni di appassionati della musica rock e non solo. Si spazia anche tra diversi generi, come il rap, il classical pop e l'alternative indie. Negli anni la manifestazione ha ospitato i nomi più noti del panorama musicale a livello mondiale, come Bruce Springsteen, i Rolling Stones, Marilyn Manson, David Gilmour e Roger Waters. I concerti occupano diversi luoghi della Capitale: l'Auditorium parco della musica, il Circo Massimo, l'Ippodromo delle Capannelle e il Teatro romano di Ostia antica. "Nelle prossime settimane – prosegue il comunicato – verranno rese note le informazioni necessarie relative ai singoli concerti presenti nella line up del Rock in Roma 2021. Tutti gli aggiornamenti saranno comunicati sui canali social del festival e sul sito ufficiale".