6.636 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

Sette giovani positivi dopo una vacanza in Sardegna: “Abbiamo frequentato tanti locali”

Dal Billionaire e Ritual a Porto Cervo al il ristorante The Temple, dalla discoteca Sopravento al Just Cavalli e poi il Phi Beach di Baja Sardinia e il ristorante a Poltu Quatu al Canteen. Sono alcuni locali frequentati dai sette ragazzi risultati positivi al coronavirus dopo un viaggio in Sardegna.
A cura di Alessia Rabbai
6.636 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Abbiamo trascorso una settimana insieme in vacanza, siamo stati sempre insieme, era inevitabile che se anche uno solo avesse preso il coronavirus ci saremmo contagiati tutti". A parlare al Messaggero è uno dei sette ragazzi di Roma Nord, che hanno contratto il Covid-19 dopo un viaggio in Sardegna, che ha avuto come ultima tappa la serata a Porto Rotondo dell'8 agosto, finita sulle cronache dei giornali per i casi accertati. Il giovane ha spiegato come il locale di Olbia sia stato solo l'ultimo dei luoghi frequentati durante il loro soggiorno in Sardegna, tutte mete gettonate della movida vacanziera, specialmente tra i giovani: tre queste il Billionaire e Ritual a Porto Cervo, il ristorante The Temple, la discoteca Sopravento, il Just Cavalli, il Phi Beach di Baja Sardinia e il ristorante a Poltu Quatu, al Canteen. In tutti i locali, ha chiarito il ragazzo, erano presenti controlli anti Covid. Ciò che si teme è il divampare di un eventuale focolaio nella Capitale e nella località sarda.

Positive due ragazze

A risultare positive per prime sono state due ragazze di vent'anni che rientrate a Roma dopo un viaggio prima a Ibiza e poi in Sardegna, hanno manifestato i sintomi della malattia e si sono sottoposte ai test per la ricerca del virus. Ed è proprio dalle Isole Baleari in Spagna e da Mykonos in Grecia, che il virus sarebbe arrivato sulla Costa Smeralda. Accertato il contagio, hanno informato i coetanei, tutti romani come loro, con i quali hanno condiviso la vacanza della loro positività. Così sono scattati gli accertamenti. Sette di loro hanno contratto il virus a loro volta, cinque ancora sull'Isola, sono stati posti in isolamento, dove dovranno rimanere fino a completa guarigione e comunque fino a tamponi negativi, prima di poter tornare a casa nel Lazio. Le Asl Roma 1 e di competenza territoriale in Sardegna, hanno già sottoposto ad accertamenti una trentina di contatti per ciascun positivo e sono in attesa dei risultati, la situazione, comunicano, al momento è sotto controllo.

6.636 CONDIVISIONI
32809 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views