Decine di ragazzi hanno partecipato a una rissa al parco archeologico di Ponte di Nona, periferia est di Roma. Sul posto sono intervenute diverse pattuglie della polizia locale di Roma Capitale. Gli agenti hanno bloccato alcuni giovani, mentre altri sono riusciti a scappare e a far perdere le loro tracce. Si tratta soprattutto di minorenni e per questo le loro famiglie sono state immediatamente avvisate. Secondo quanto ricostruito, gruppetti di ragazzi si sono prima scambiati insulti e poi sono passati ai fatti prendendosi a calci e a pugni. Nessuno di loro è rimasto ferito se non lievemente. Non è stato necessario l'intervento dei sanitari del 118.

Controlli anti-movida: chiuse piazze a Trastevere e San Lorenzo

Nel corso dei controlli anti assembramenti gli agenti della polizia locale hanno sgomberato alcuni luoghi simbolo della movida a Roma, tra cui piazza Bologna e alcune piazze di Trastevere e San Lorenzo. In queste aree le chiusure temporanee hanno consentito di far defluire le persone presenti e così la situazione è tornata ben presto alla normalità. I controlli continueranno per tutta la serata e anche nelle giornate di domani e dopodomani.

L'ordinanza contro i minimarket: divieto di vendita di alcolici dalle 18

La sindaca Raggi ha emanato un'ordinanza che impone il divieto alla vendita e all'asporto di bevande alcoliche dopo le ore 18 nei minimarket, negli alimentari e nei piccoli supermercati (ad eccezione delle enoteche). Per chi non rispetterà il divieto verranno comminate multe da 400 a 1000 euro. "Non possiamo abbassare la guardia di fronte a una situazione epidemiologica che non fa ben sperare. Abbiamo il dovere di mettere in atto ogni misura che prevenga l'aumento dei contagi per la tutela di tutti i cittadini. Abbiamo deciso di vietare la vendita e l'asporto di alcolici e superalcolici nei minimarket, nelle ore serali, per evitare il rischio di assembramenti e garantire maggiore sicurezza nelle nostre strade. Dobbiamo anche evitare che i minimarket continuino a esercitare una concorrenza sleale nei confronti degli esercizi autorizzati alla vendita", ha dichiarato la sindaca.