La panchina gettata sui binari alla stazione di Pavona
in foto: La panchina gettata sui binari alla stazione di Pavona

Con la loro bravata hanno rischiato di far deragliare un treno, così sono stati denunciati quattro ragazzini minorenni di Pavona e Albano Laziale ai Castelli Romani, che per un gioco che rischiava di essere drammatico, hanno deciso di gettare una panchina sui binari del treno alla stazione di Pavona. La panchina, costituita da due blocchi di cemento e una parte in ferro, è stata lasciata dalla banda di giovanissimi (probabilmente più dei quattro identificati) sui binari del treno della linea Roma-Velletri in direzione di Velletri attorno alle 17.00 di domenica 2 agosto. Subito dopo si sono dati a una precipitosa fuga.

Sul posto sono arrivate le forze dell'ordine, dopo che alcuni passeggeri in attesa avevano notato la scena chiamando immediatamente il 112. Gli agenti hanno bloccato i quattro minorenni mentre si allontanavano dalla stazione e li hanno portati in caserma dove sono stati identifica, denunciati per attentato alla sicurezza dei trasporti e riconsegnati nelle mani dei genitori come avviene secondo la prassi in questi casi. Da quanto si apprende hanno un'età compresa tra i 15 e i 16 anni e sono tutti incensurati.

La speranza è che il gruppo di adolescenti abbia compreso che il loro sconsiderato gesto, improvvisato in un pomeriggio di caldo ed evidentemente noia, poteva avere gravissime conseguenze, e che la prospettiva di affrontare un processo, la gita in caserma e l'inevitabile sfuriata dei genitori gli abbiano fatto passare la voglia di escogitare altri pericolosi passatempi per ammazzare il tempo, impiegando le loro energie in maniera più proficua e divertente.