Un ragazzo positivo al coronavirus ha lasciato l'Hotel Covid dove stava trascorrendo la quarantena, facendo perdere le sue tracce. Non è noto il motivo dell'allontanamento del giovane, che adesso è ricercato dalle forze dell'ordine, allertate dalla struttura ospedaliera non appena si è resa conto che la stanza del ragazzo era vuota. Il giovane positivo al Covid, fa sapere la Asl, non appena sarà rintracciato verrà denunciato per aver violato l'obbligo di quarantena ed essersi allontanato. Con l'evidente rischio di contagiare qualcuno nel caso di contatto prolungato. Nei Covid Hotel vengono ospitate persone che non hanno la possibilità di passare la quarantena in casa: in queste strutture però, non c'è personale adibito a controllare che gli ospiti non escano dalle stanze.

Uno dei punti della nuova ordinanza: rinforzare rete Covid

Con la nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, è stato fissato come punto prioritario quello dell'ampliamento della rete Covid, al fine di rinforzare il sistema sanitario ed evitare che vada in sofferenza per l'aumento dei ricoveri. La Regione sarebbe inoltre anche alla ricerca di nuovi Covid Hotel (che al momento possono garantire ospitalità a oltre 700 persone) per collocarvi tutte quelle persone positive che non sono nelle condizioni di passare la quarantena in casa. O perché vivono con altre persone, con spazi insufficienti, o perché dividono gli spazi con persone anziane o con patologie.

A breve altri 150 posti nei Covid Hotel

"L’obiettivo del sistema sanitario regionale è quello di continuare a salvare vite umane tenuto conto che abbiamo uno dei più bassi livelli di letalità – ha dichiarato ieri l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato – Roma e il Lazio stanno tenendo, tutti gli operatori del servizi sanitario, a partire dall’area dell’emergenza-urgenza, dei soccorsi e dei dipartimenti di prevenzione, stanno facendo uno sforzo straordinario per mettere in sicurezza il sistema e tutelare la salute dei cittadini. C’è un grande spirito unitario che ci consentirà di superare le difficoltà. Nei prossimi quattro giorni saranno operativi 400 posti letto nelle strutture individuate dall’ordinanza e ulteriori 150 posti nelle strutture alberghiere protette. Nella call di oggi con tutti i direttori generali, presenti anche i rappresentanti della sanità privata, si è avviato anche il lavoro per lo scenario di fase ‘rossa’, con l’obiettivo di salvaguardare Roma e il Lazio. Rivolgo un invito a contattare il proprio medico di medicina generale e a utilizzare la rete dell’emergenza-urgenza in modo appropriato evitando così di mettere ulteriormente sotto pressione i nostri operatori".