È stato trovato steso a terra, in una pozza di sangue. A chi lo ha soccorso è riuscito a dire solo qualche parola, spiegando di essere stato picchiato da un altro uomo. Sconosciuti i motivi, e sconosciuta ancora l'identità dell'aggressore. Un uomo di sessant'anni è adesso in gravi condizioni all'ospedale Grassi di Ostia: le ferite riportate nel pestaggio sono molto serie, e adesso è attualmente ricoverato. Non è noto se sia in pericolo di vita o meno o se sia riuscito a dire qualcosa in più sull'aggressione di cui è stato vittima. Per ora l'uomo che lo ha picchiato selvaggiamente, lasciandolo a terra in un lago di sangue, non è stato ancora identificato.

Pestato a sangue sulla ciclabile di Ostia, caccia all'aggressore

A quanto si apprende l'uomo, un sessant'anni che a causa di gravi problemi economici aveva perso la casa e che quindi viveva in strada, è stato soccorso intorno all'una di notte dagli operatori del 118. Lo hanno trovato per terra sulla ciclabile accanto alla sua bici, in un lago di sangue, all'altezza della ex colonia Vittorio Emanuele. Secondo il suo racconto, sarebbe stato aggredito da un altro uomo senza motivi apparenti. Sarebbero quindi ignote le motivazioni della brutale aggressione, sulla quale stanno indagando gli agenti di Polizia di Stato del commissariato di Ostia. L'aggressore non ha ancora un volto e un nome, ma gli investigatori sperano di identificarlo al più presto. Rintracciati i familiari della vittima, che è stata portata d'urgenza in ospedale: l'uomo, che non ha precedenti penali ed è incensurato, non avrebbe saputo fornire indicazioni sull'identità di chi lo ha picchiato, riducendolo in gravissime condizioni.