Ieri è stata la volta della comunità capoverdiana in Italia che, il giorno dopo i funerali di Willy Monteiro Duerte, ha voluto manifestare la propria solidarietà alla famiglia, originaria proprio dell'arcipelago africano di Capo Verde, e ricordare il 21enne ucciso a calci e pugni. Un centinaio di persone hanno marciato in un corteo silenzioso, tenendo in mano ritratti del giovane con la scritta "Giustizia per Willy", stringendo bandiere del paese d'origine assieme a bandiere tricolori, una marcia "della pace e della giustizia". La manifestazione è terminata con un momento di raccoglimento sul luogo dell'omicidio di Willy, in piazza Oberdan, dove si sono accumulati centinaia di mazzi di fiori, biglietti e messaggi.

Mercoledì una fiaccolata per Willy

I momenti di commozione, ricordo e riflessione andranno avanti anche nei prossimi giorni, a cominciare dalle scuole che riaprono proprio oggi, e dove studenti e docenti degli istituti di Colleferro e dintorni dedicheranno dei momenti di discussione a quanto accaduto nella loro comunità. Mercoledì è invece prevista una fiaccolata proprio a Colleferro dopo quella che si è tenuta a Paliano, il paese dove Willy viveva con la famiglia. "Si partirà alle 20:30 dal Castello Vecchio per giungere a Piazza Italia. – rende noto il circolo Anpi locale – Sarà bello il coinvolgimento di scuole, associazioni, di tutt* coloro che vorranno partecipare. Sarà presente il solo striscione di apertura degli amici di Willy. Nessun simbolo o bandiera di altro tipo. Sono invitati a partecipare cittadine e cittadini delle comunità vicine. Dobbiamo cominciare ad impegnarci per Willy, lo dobbiamo a lui e alle più piccole e ai più piccoli. Perché quella maglietta bianca sia l’impegno per la non violenza, la giustizia sociale e la solidarietà".