La polizia postale sta indagando su messaggi pubblicati sui social network, che offendo la memoria di Willy Monteiro, il ventunenne brutalmente ucciso di botte a Colleferro la notte tra sabato 5 e domenica 6 settembre. In particolare gli investigatori stanno passando al vaglio la posizione di un uomo di Latina che sul suo profilo Facebook ha scritto: "Come godo che avete tolto di mezzo quello scimpanzé, siete degli eroi" condividendo una foto a bordo piscina postata da Gabriele Bianchi, uno dei quattro ragazzi attualmente in carcere per omicidio. Alcune ore ore dopo il post è stato cancellato. L'autore ha poi pubblicato un altro messaggio: "Denuncerò alcune persone che hanno divulgato il mio indirizzo su Facebook (per fortuna non abito più lì da quattro anni)". Riguardo alla frase gravissima comparsa sul suo profilo si è giustificato dicendo: "Quello che ha scritto il post non ero io, ma i miei amici che avevano in mano il mio telefono, io mai oserei pensare certe cose".

Video ironico sull'omicidio di Willy Monteiro

Oltre al post pubblicato su Facebook dall'uomo di Latina, sui social network è diventato virale un video di un videomaker di Cassino, che ha commentato ironicamente l'omicidio di Willy. Il filmato è stato poi rimosso, dopo i commenti negativi di migliaia di utenti che hanno manifestato sdegno per il contenuto, che ha spinto l'autore a scusarsi pubblicamente: "Non avevo ben capito la dinamica dei fatti e provenivo da tre giorni senza chiudere occhio – ha spiegato il videomaker – Mi rendo conto di non avere scusanti ma ammettere i propri errori è un segno di grande rispetto verso Willy".

L'interrogatorio di garanzia dei quattro ragazzi in carcere per omicidio

Si è svolto martedì 8 settembre l'interrogatorio di garanzia dei quattro ragazzi in carcere a Rebibbia, accusati di omicidio preterintenzionale in concorso, per la morte del giovane Willy. L'avvocato difensore Massimiliano Pica ha spiegato che: "Le testimonianze che porteremo all'attenzione degli inquirenti dicono l'opposto di quelle proposte dalla Procura e che sono discordanti" E ha aggiunto: "Le telecamere hanno ripreso solo l'arrivo e la partenza dell'auto dove a bordo erano presenti i fratelli Marco e Gabriele Bianchi ma non la scena della rissa".