Tutti i dati sull'andamento dei contagi sono in miglioramento, anche se i tassi di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e nei reparti ordinari sono ancora sopra la soglia critica e i nuovi casi giornalieri non stanno diminuendo come si spererebbe. Oggi sono stati registrati 1300 nuovi casi, dopo che martedì, per la prima volta dopo due mesi, erano scesi sotto quota 1000. Tuttavia la Regione Lazio fa sapere: "I dati epidemiologici sono coerenti con la zona gialla anche se permane una pressione sugli ospedali".

Indice Rt stabile a 0.78 nel Lazio, cala incidenza casi

Secondo i dati della Regione il valore dell'indice Rt è sostanzialmente stabile rispetto a quello rilevato una settimana fa: si attestava a 0.79 e attualmente è a 0.78. In calo il numero dei focolai e in calo il tasso di incidenza dei casi ogni 100mila abitanti calcolato in 7 giorni: si attesta a 140, la settimana scorsa era a 161 e ancora prima a 173.

In calo (ma sopra soglia critica) terapie intensive nel Lazio

Nel Lazio sono ancora sopra la soglia critica sia il tasso di occupazione dei posti letto nei reparti di terapia intensiva che quello dei posti letto nei reparti ordinari. Il primo si attesta attualmente al 35 per cento (con la soglia critica fissata al 30 per cento) e il secondo è al momento al 41 per cento (con la soglia critica fissata al 40 per cento. Il valore è tra l'altro sopra la media italiana attualmente al 35 per cento).

Occupazione reparti ordinari
in foto: Occupazione reparti ordinari

Secondo le proiezioni elaborate dall'Agenas, Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, nei prossimi giorni i ricoveri in terapia intensiva dovrebbero calare sensibilmente. Negli ultimi sette giorni, comunque, sono già scesi di più di 50 unità.

Proiezione terapie intensive
in foto: Proiezione terapie intensive

Quanti anziani ha già vaccinato il Lazio

Nel Lazio sono stati somministrati circa 1,6 milioni di vaccini. Di questi, 1,1 milioni sono prime dosi (22,5 per cento della popolazione, e circa mezzo milione sono seconde dosi. Per quanto riguarda la vaccinazione degli over 80, è stato vaccinato con prima dose il 98 per cento dei prenotati. I 70enni che hanno ricevuto almeno la prima dose sono il 61 per cento dei prenotati e per quanto riguarda i 60enni il 57,51 per cento ha ricevuto almeno la prima dose.

Nuovo decreto Covid, cosa cambia da lunedì se Lazio in zona gialla

Se fosse confermata la zona gialla per il Lazio a partire da lunedì 26 aprile, ecco cosa cambierebbe secondo il nuovo decreto Covid: i ristoranti potranno riaprire con servizio al tavolo a pranzo e a cena, ma solo all'aperto. Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Sempre da lunedì potranno riaprire anche cinema, teatri e sale da concerto. Consentiti gli spostamenti all'interno del territorio regionale e tra Regioni gialle. Per passare in Regioni rosse o arancioni sarà richiesta la presentazione di una carta verde che attesterà avvenuta vaccinazione, avvenuta guarigione o tampone negativo effettuato nelle 24 ore precedenti. Nelle zone gialle, infine, gli studenti delle superiori torneranno in classe (minimo 70 per cento degli studenti). Cento per cento di didattica in presenza per scuole dell'infanzia, elementari e medie.