Ha minacciato di morte la ex moglie, brandendo un bastone appuntito. Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un quarantottenne austriaco. L'uomo si trovava a Roma per trovare le sue due figlie, ma ha aggredito la ex. Secondo le informazioni apprese il quarantottenne è arrivato nella Capitale in occasione delle festività natalizie, con l'intenzione di trascorrere del tempo con le sue bambine affidate dal Tribunale viennese alla madre. Giornate che sarebbero dovute trascorrere in allegria e serenità, momenti di condivisione tra il genitore e le figlie, che invece sono culminati in un grave episodio di violenza nei confronti della loro madre e nel conseguente arresto.

Tenta di distruggere la porta di casa della ex a bastonate

La donna aveva acconsentito affinché l'ex marito rivedesse le figlie e in un primo momento lo ha ospitato in casa. Tuttavia presto è stata costretta a cacciarlo dall'abitazione, perché sempre ubriaco e, secondo il racconto della moglie ai poliziotti, avrebbe assunto droga davanti alle due bambine. Allora ha iniziato a perseguitarla e a mettere fine al comportamento molesto non sono bastate due denunce. I fatti sono sfociati nell'aggressione, l'ultima, durante la quale l'uomo l'ha minacciata di morte, brandendo un bastone appuntito con il quale ha tentato di distruggerle la porta di casa, per entrare al suo interno e raggiungerla. La donna, esausta e preoccupata, ha chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112 e chiesto l'intervento urgente delle forze dell'ordine.

L'ex marito avrebbe tentato di strangolarla

Sul posto, ricevuta la segnalazione sono intervenuti gli agenti del commissariato Villa Glori, diretto da Anna Galdieri e del XV Distretto Ponte Milvio, diretto da Luigi Mangino e lo hanno arrestato. La donna ha raccontato ai poliziotti quanto accaduto, ossia che l'ex marito da giorni la costringeva ad una situazione vessatoria continua con ripetute aggressioni verbali, visite costanti e violente sotto la sua abitazione, sempre ubriaco e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Il quarantottenne già in Austria avrebbe tentato di strangolarla ed era stato arrestato dalla polizia austriaca. Il bastone di legno è stato posto sotto sequestro.