242 CONDIVISIONI
Morte del carabiniere Mario Cerciello Rega a Roma
13 Luglio 2021
21:38

Mario Cerciello Rega, inaugurata a Prati una stele in ricordo nel giorno del suo compleanno

“Vice brigadiere dei carabinieri, medaglia d’oro al valore civile alla memoria Mario Cerciello Rega”. Così recita la stele donata stamattina dall’Arma al militare ucciso a coltellate nella notte del 26 luglio 2019 in via Pietro Cossa a Roma. L’inaugurazione alla presenza della madre e della vedova.
A cura di Alessia Rabbai
242 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Morte del carabiniere Mario Cerciello Rega a Roma

Una stele commemorativa per ricordare Mario Cerciello Rega è stata posta all'incrocio tra via Pietro Cossa e via Federico Cesi nel quartiere Prati a Roma nel giorno del suo compleanno. L'inaugurazione stamattina, martedì 13 luglio, alla presenza dei famigliari, della vedova Rosa Maria Esilio, della mamma del militare, del generale di Brigata Lorenzo Falferi Comandante Provinciale dei Carabinieri di Roma, una rappresentanza delle istituzioni e del I Municipio con la presidente Sabrina Alfonsi, l’Associazione Nazionale Carabinieri, colleghi ed amici. Si tratta di un cippo marmoreo che recita: "Vice brigadiere dei carabinieri, medaglia d'oro al valore civile alla memoria Mario Cerciello Rega", che è stata benedetta da don Donato Palmentieri. La stele è stata posta nel luogo in cui il militare ha trovato la morte, preso a coltellate e deceduto durante la corsa in ambulanza all'ospedale la notte del 26 luglio del 2019.

"Ha incarnato il rispetto e il senso del dovere"

"Ricordare Mario Cerciello Rega nel giorno della sua nascita e non della sua morte, perché deve essere un momento di speranza – ha detto durante la cerimonia il generale generale di divisione Marco Minicucci, Comandante della Legione Carabinieri Lazio – Lo abbiamo voluto fare qui, dove lui ha perso la vita, perché vogliamo dare una speranza di rinascita a tutti. Il vice brigadiere Mario Cerciello Rega fino alla fine ha incarnato il rispetto, il senso del dovere, dedicando la sua vita al bene e alla sicurezza dei cittadini. Spero che questo possa essere per tutti un luogo di ricordo di una persona perbene, di un carabiniere normale, che ha dedicato la sua vita per tutti noi".

La vedova Cerciello: "Sacrificio di Mario rimarrà in eterno"

Commossa la vedova Cerciello, che ha detto: "Nel giorno del compleanno di mio marito Mario, questa è una iniziativa così carica di sentimenti di amore, rispetto, giustizia, speranza, onore e riconoscenza. La memoria del sacrificio di mio marito Mario rimarrà in eterno, in questa città eterna, la città di Roma”.

242 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni