Alle 12 di oggi, martedì 23 febbraio 2021, sono state vaccinate 90mila persone  con età uguale o superiore a 80 anni nel Lazio. Rappresentano il 22 per cento del totale della popolazione anziana, cioè 470mila cittadini. "È fondamentale mettere in sicurezza gli anziani, è la categoria più fragile che deve essere immunizzata al più presto. Noi stiamo correndo e il Lazio è la prima Regione italiana per anziani vaccinati", ha dichiarato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Ad oggi sono state effettuate oltre 330mila prenotazioni per la somministrazione dei vaccini sul sito Salute Lazio. Ricordiamo che per quanto riguarda gli anziani con più di 80 anni verranno utilizzati i vaccini Pfizer e Moderna. Le vaccinazioni per gli over 70 dovrebbero cominciare nel mese di maggio.

Parallelamente è cominciata, su due fronti, la vaccinazione con le dosi AstraZeneca: presso i centri vaccinali, come accade per gli anziani, sono cominciate le somministrazioni dei vaccini per gli insegnanti e per gli operatori delle forze dell'ordine. Dal primo marzo dai medici di famiglia che hanno offerto la loro disponibilità, invece, cominceranno le somministrazioni per fascia d'età: si partirà con i 65enni e i 64enni, dopo l'ok dell'Aifa, e si continuerà, a marzo, con i 63enni e i 62enni e così via.

Il calendario è stato stilato in base alle dosi previste in arrivo per il momento, ma a marzo è probabile che venga approvato dall'Ema, l'agenzia europea dei medicinali, un quarto vaccino: quello di Johnson & Johnson che, a differenza dei primi tre approvati, necessita di una dose soltanto.

Ieri record di somministrazioni: oltre 12mila

Nella giornata di ieri, domenica 21 febbraio, è stato registrato il numero di vaccinazioni in un solo giorno nel Lazio: oltre 12mila, più di 10mila al giorno per la prima volta dall'inizio della campagna. Ieri sono stati vaccinati (con la prima dose) 4mila docenti prenotati e in totale sono state superate le 350mila dosi somministrate e le 120mila persone che hanno già ricevuto i richiami. Praticamente completata la vaccinazione dei medici pubblici e privati.