Mascherina obbligatoria nel Lazio tutto il giorno, a ogni ora, anche all'aperto. Questa è l'ipotesi al vaglio della Regione dopo l'aumento dei casi nelle ultime settimane. Sono 230 i positivi al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, 148 solo nella città di Roma. E i numeri sono destinati ad aumentare. Non siamo ancora arrivati al punto di dover indossare sempre la mascherina: fonti rivelano a Fanpage.it che al momento la situazione è sotto controllo e non serve imporre i dispositivi di protezione individuale anche all'aperto. Se la situazione dovesse però peggiorare ulteriormente, la Regione Lazio sarà pronta a prendere provvedimenti. Proprio ieri il sindaco di Latina Damiano Coletta ha emanato un'ordinanza in cui viene dichiarata obbligatoria la mascherina su tutto il territorio. La violazione di questa regola comporta una sanzione di 100 euro.

Nel Lazio mini zone rosse per isolare cluster

Il timore è che, con l'aumento dei ricoveri in ospedale, possano tornare a riempirsi anche i reparti di terapia intensiva, con ripercussioni sul sistema sanitario e sulla gestione dell'emergenza, che al momento è sotto controllo. "Per ora non c'è nessun allarme, ma dobbiamo farci trovare pronti" ha detto Pierluigi Bartoletti, medico responsabile dell'Unità di Crisi anti-Covid del Lazio. L'ipotesi di un nuovo lockdown sembra scongiurata, è improbabile che le autorità decidano di chiudere tutto nuovamente a causa della pandemia. L'ipotesi a cui sta pensando l'Unità di Crisi anti-Covid della Regione Lazio è quella di mini zone rosse in strade e palazzi, per isolare i cluster familiari di coronavirus. Un modo per evitare che i focolai si diffondano rapidamente all'esterno e continuare a mantenere i contagi sotto controllo.