Il piccolo comune di Torrice, paese con meno di 5mila abitanti in provincia di Frosinone, è finito in zona rossa. Il presidente del Lazio, Nicola Zingaretti, ha firmato oggi un'ordinanza per istituirla. Questo a causa, si legge, nel comunicato della Regione, "della forte incidenza e presenza della variante inglese". Il provvedimento entrerà in vigore dall'una del 24 febbraio 2021 e sarà valido per quattordici giorni.

Le zone rosse nel Lazio

Nel Lazio sono quattro, con il comune di Torrice, i paesi finiti in zona rossa. Il primo è stato quello di Roccagorga, provincia di Latina. Poi i comuni di Carpineto Romano e Colleferro, provincia di Roma, e infine quello di Torrice.

In zona rossa, ricordiamo, tutti i negozi, all'infuori di quelli alimentari e di prima necessità, devono restare chiusi al pubblico. Chiusi anche i ristoranti e i bar. Inoltre gli spostamenti sono consentiti all'interno del proprio comune solo per motivi di salute, casi di necessità o di lavoro.

Secondo quanto riporta Ciociaria Oggi, all'interno del piccolo paese del Frusinate sarebbero diciotto i nuclei familiari risultati positivi al coronavirus. Negli ultimi dieci giorni sarebbero circa 80 i casi positivi riscontrati tra gli abitanti del comune di Torrice. Per questo oggi la Regione Lazio ha deciso di intervenire. Quella di Frosinone è la provincia più colpita attualmente dal coronavirus e proprio in questo senso l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, aveva avvertito: "La Ciociaria è fortemente attenzionata".

Oggi la Asl di Frosinone ha segnalato 127 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano quattro decessi di 55, 66, 75 e 81 anni con patologie.