Egregio Direttore,

Formulo la presente in nome e per conto del mio assistito il consigliere municipale del Comune di Roma Capitale, il sig. Massimiliano Quaresima, il quale mi ha conferito mandato per la tutela dei suoi interessi. Il sig. Massimiliano Quaresima mi ha riferito che in data 06.08.2020 sul sito del giornale da lei diretto, denominato "Fanpage.it" è stato pubblicato un articolo dal titolo "Roma, le parole shock del consigliere ex M5s: L'omosessualità è una malattia causata dai vaccini". Articolo ancora oggi consultabile online all'indirizzo web: https://www.fanpage.it/roma/roma-le-parole-shock-del-consigliere-ex-m5s-lomosessualita-e-una-malattia-causata-dai-vaccini/.

Detto articolo dal contenuto evidentemente diffamatorio, ha distorto le dichiarazioni rese dal mio assistito nel corso del consiglio municipale tenutosi il 05.08.2020, arrecando allo stesso un'evidente lesione all'onore e alla reputazione personale e professionale, veicolando a più persone un gravissimo messaggio di appartenenza del Consigliere a posizioni "omofobe". Strettamente connessa a tale violazione si pone anche, ai sensi dell'art.57 c. p., la condotta del direttore responsabile della testata giornalistica, ovvero lei, il quale con ogni probabilità ha omesso il dovuto controllo sulla fonte o sulla corrispondenza tra le dichiarazioni rese e dal contenuto dell'articolo sopra menzionato.

Alla luce di quanto riportato, la invito a rimuovere l'articolo in oggetto della presente diffida, ed interrompere in tale maniera la diffusione di ulteriori notizie diffamatorie in danno al mio assistito. Nel caso in cui tale missiva non dovesse aver seguito entro e non oltre cinque giorni dalla ricezione della stessa, il mio assistito, mio tramite, si riserva di adire le autorità competenti al fine di accertare tutte le violazioni di legge poste in essere con le citate condotte.

Roma 15.09.2020