Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

"C'è una festa dal mio vicino", la denuncia di una signora ai carabinieri. "Si sente musica troppo alta e sospetto ci sia un party nel suo appartamento", ha detto ai militari. Nel frattempo ha bussato al vicino e ha chiesto spiegazioni. Evidentemente l'uomo, un ragazzo di 32 anni, non ha reagito bene al rimprovero, ha cominciato a litigare con la signora, ha impugnato un'ascia e ha cercato di aggredirla. Al culmine della lite sono arrivati i militari, che hanno arrestato il ragazzo, già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio e contro la persona. Il fatto è accaduto ieri pomeriggio, durante la giornata di Pasquetta, a Pignataro Interamna, paesino di 2mila abitanti in provincia di Frosinone. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di San Giorgio a Liri. L'arrestato dovrà rispondere delle accuse di resistenza, minaccia a Pubblico ufficiale e porto ingiustificato di arma impropria. Le norme imposte dal governo per Pasquetta vietavano feste in casa con più di due ospiti esterni.

L'uomo è stato arrestato e si trova ai domiciliari

Secondo quanto si apprende, la segnalazione di musica ad alto volume e rumori molesti è arrivata alla centrale operativa della compagnia di Pontecorvo. I militari sono arrivati per verificare, ma l'uomo, appena ha visto i carabinieri, immaginando fossero stati chiamati dalla vicina con cui aveva già litigato in passato, ha impugnato una grossa ascia presa dal giardino e si è scagliato prima contro la donna e poi contro gli uomini della compagnia di Pontecorvo. Questi ultimi sono riusciti senza non poca fatica a bloccarlo e ad arrestarlo. L'arma è stata sequestrata. L'uomo si trova agli arresti domiciliari in attesa di essere processato con il rito direttissimo.