Notizie sull'incendio a Malagrotta a Roma
16 Giugno 2022
19:21

Incendio Malagrotta, Gualtieri: “Parte dei rifiuti di Roma sarà trattata nel Tmb di Aprilia”

Una parte dei rifiuti che nei prossimi giorni non potranno essere smaltiti, saranno portati nel Tmb di Aprilia. Lo ha dichiarato il sindaco di Roma Roberto Gualtieri a margine del tavolo in prefettura.
A cura di Natascia Grbic
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Notizie sull'incendio a Malagrotta a Roma

"Posso anticipare che Rida di Aprilia ha già dato disponibilità positive per quantità importanti di rifiuti da trattare. Contiamo di recuperare così, e con la riapertura del Tmb 1, quanto perso dal Tmb 2 di Malagrotta". Lo ha dichiarato il sindaco di Roma Roberto Gualtieri a margine della riunione operativa in prefettura sull'incendio che ieri ha colpito parte della discarica di Malagrotta. Il Tmb di Aprilia, che già accoglieva ogni settimana due tonnellate di rifiuti romani, è stato chiuso dieci giorni per manutenzione, tanto che già all'inizio di giugno si parlava di problematiche imminenti per la gestione rifiuti nella capitale. Secondo quanto dichiarato da Gualtieri, il Tmb1 di Malagrotta non avrebbe riportato danni strutturali e potrebbe riaprire in breve tempo. "L'area del Tmb1 di Malagrotta è rimasta al riparo dall'incendio e la prospettiva di una sua riapertura in tempi rapidi è molto concreta sulla base anche delle risultanze tecniche esaminate".

Questo non vuol dire che Roma non risentirà dell'incendio di Malagrotta. I prossimi giorni saranno difficili, con il rischio di trovare le strade ancora più sommerse dall'immondizia a causa della minore capacità di raccolta. "Nelle prossime ore ci sarà un impatto – continua Gualtieri – Abbiamo capacità di raccolta minore. Naturalmente quanto più saremo in grado di trovare trasferenze temporanee tanto più assorbiremo questo impatto. Se poi il nostro piano andrà a buon fine i rifiuti sistemati temporaneamente andranno ai loro sbocchi. Naturalmente oggi si sono fermate 8.100 tonnellate e quindi è chiaro che qualche riflesso immediato ci sarà. Ama lavorerà con grande impegno ma 8.100 adesso sono ferme. Stiamo cercando di minimizzare il più possibile i disagi per i cittadini e di risolvere nei prossimi giorni la situazione".

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni