Docenti e lavoratori della scuola potranno – sempre su base volontaria – sottoporsi al test seriologico per l'individuazione degli anticorpi del coronavirus, prima del rientro a scuola. L'iniziativa, in attesa di un'analoga indicazione annunciata a livello nazionale, viene dalla Regione Lazio. Lo scorso venerdì il presidente Nicola Zingaretti ha annunciato che saranno 120.000 i test per docenti e lavoratori della scuola che saranno messi a disposizione per un primo screening da realizzarsi in previsione della prima campanella dell'anno scolastico il prossimo 14 settembre.

Le palestre delle scuole per i test seriologici prima dell'inizio dell'anno scolastico

Oggi la presidente del II Municipio di Roma, Francesca Del Bello, ha precisato come l'iniziativa sarà portata avanti nel territorio da lei amministrato, spiegando come i test somministrati saranno 3000 e verrano effettuati nelle palestre di alcuni istituti scolastici individuati a tale scopo, con il coordinamento dell'Asl Roma 1.

Il test seriologico per lavoratori scuola è su base volontaria

"Non c’è un obbligo di legge ma riteniamo che questa operazione di prevenzione sia molto importante per la sicurezza nelle nostre scuole – spiegano la presidente  Del Bello e l'assessore municipale Gisci – e ci aspettiamo che gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado richiedano volontariamente di partecipare al test. Così si avrà una fotografia chiara delle persone che nella comunità scolastica sono venute in contatto con il virus e si potranno conoscere eventuali casi asintomatici positivi al coronavirus. Ci auguriamo  che ogni territorio possa avere questa opportunità per un ritorno a scuola in massima sicurezza per tutti".