Il ponte monumentale di Ariccia chiuderà da gennaio per lavori urgenti che saranno eseguiti da Anas. Per problemi legati all'usura del ponte, già da qualche anno gli autobus Cotral e i mezzi pesanti non possono percorrerlo. Ieri il neo sindaco di Ariccia, Gianluca Staccoli, ha annunciato che Anas ha consegnato "i lavori per l’intervento di consolidamento strutturale e conservativo del ponte monumentale Pio IX (il ponte fu commissionato nel 1847 su progetto dell’architetto Giuseppe Bartolini da papa Pio IX ndr.)". Il cantiere prevede dodici mesi di chiusura del ponte e un investimento complessivo pari a 5,5 milioni di euro. Da inizio novembre, inoltre, verranno realizzati interventi per la sicurezza delle strade e per la viabilità alternativa in direzione nord (via Volterra, via P. Chigi, via della Selvotta, via dell'Uccelliera) e in direzione sud (via della Stella, via del Pometo, via Croce). Sul ponte verranno eseguiti lavori di consolidamento strutturale, verrà sistemata una nuova pavimentazione e verranno restaurate le superfici esterne.

La pianificazione dei lavori, fa sapere il comune di Ariccia con una nota, "ha avuto come priorità la riduzione dei disagi alla circolazione stradale sul territorio del comune di Ariccia, al fine di non recare danno all’economia locale, già fortemente provata dal periodo del lockdown. Anas, infatti, interverrà in un primo momento sulla viabilità alternativa per poi procedere alla chiusura al traffico del ponte a gennaio 2021, dopo le festività natalizie". Anas, da parte sua, informa che  "è stato definito un cronoprogramma dei lavori particolarmente serrato onde ridurre al minimo i tempi di realizzazione delle opere previste nel progetto".