197 CONDIVISIONI
Covid 19
24 Novembre 2021
12:25

Il Lazio ha chiesto al governo di reintrodurre le mascherine all’aperto, dice D’Amato

Le Regioni hanno chiesto al governo di reintrodurre le mascherine all’aperto: “Un punto condiviso dalla Regioni, soprattutto Lazio e Veneto. Io e Zaia lo abbiamo posto con forza”, ha dichiarato l’assessore D’Amato.
A cura di Enrico Tata
197 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

L'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, ha dichiarato che le Regioni, in particolare la sua e il Veneto, hanno chiesto al governo di reintrodurre l'uso obbligatorio delle mascherine all'aperto "soprattutto nei luoghi affollati e a prescindere dalle zone Covid (quindi sia in zona bianca che in zona gialla ndr)". "L'uso della mascherina in questa fase di aumento dell'incidenza di Covid-19 è il primo livello di prevenzione e il suo uso può solo portare beneficio soprattutto in questo periodo di grandi spostamenti. Una disciplina omogenea in tutta Italia, a prescindere dai colori, è ora necessaria", ha dichiarato D'Amato all'agenzia AdnKronos.  Il ritorno all'uso delle mascherine all'aperto è "un punto condiviso dalla Regioni, soprattutto Lazio e Veneto. Io e Zaia lo abbiamo posto con forza". La misura, si apprende, è stata richiesta in vista dello shopping natalizio, quando assembramenti, soprattutto nelle vie dei negozi, sono probabili. Secondo le ultime informazioni, il governo avrebbe deciso di reintrodurre l'obbligo di mascherine all'aperto per le regioni che finiranno in zona gialla.

Andreoni (Tor Vergata): "Sì a mascherine all'aperto"

La proposta di D'Amato trova d'accordo anche il professore Massimo Andreoni, primario di infettivologia al Policlinico di Roma Tor Vergata: "In questa fase dobbiamo ridurre al massimo i comportamenti a rischio e per farlo ritengo che indossare tutti, vaccinati e non vaccinati, la mascherina anche all'Aperto è la scelta migliore. Questo perché non sempre anche quando siamo fuori casa possiamo essere al sicuro da situazioni di contagio dovute ad assembramenti", le parole rilasciate dal professore all'agenzia AdnKronos Salute.

In corso la cabina di regia su ‘super green pass' e misure restrittive

È in corso la cabina di regia tra il presidente del Consiglio Mario Draghi, e i capi delegazione della maggioranza. L'orientamento che starebbe emergendo sarebbe quello di attivare il ‘super green pass' già in zona bianca, cioò garantendo l'accesso alle attività ricreative solo per chi è vaccinato oppure per chi è guarito (entro sei mesi) dal Covid. Questo significa, quindi, che il ‘super green pass' sarà in vigore non solo in zona gialla, ma anche in zona bianca. Questo ‘super green pass', questo un altro orientamento emerso dalla cabina di regia, durerà soltanto 9 mesi e non più 12 mesi. Alle 13.30 è in programma una riunione alle 13.30 tra la cabina di regia Covid e Upi, Anci e Conferenza delle Regioni.

197 CONDIVISIONI
29723 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni