14 Settembre 2022
13:46

“Hanno detto p… a mia madre”: 13enne picchiato a sangue dal bullo dopo aver tentato di reagire

L’aggressione è avvenuta il 10 settembre scorso all’interno di un campo sportivo di Bracciano, provincia di Roma.
A cura di Enrico Tata
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

"Avevano detto p… a mia madre, per questo ho provato a reagire". Un tredicenne è stato picchiato a sangue da un bullo dopo una lite scoppiata su un campo di calcio. Il ragazzo si è scagliato contro alcuni coetanei che avevano insultato la mamma. Un bullo gli ha sbattuto la testa con violenza contro un'inferriata e la vittima ha riportato una frattura dell'osso occipitale. Soccorso e trasportato al pronto soccorso dell‘ospedale pediatrico Bambino Gesù, sede di Palidoro, è stato medicato e dimesso con una prognosi di trenta giorni. I carabinieri, riporta Clemente Pistilli sul quotidiano la Repubblica, stanno indagando sulla vicenda e stanno tentando di identificare l'aggressore.

Questi i fatti denunciati dalla giovane vittima: l'aggressione è avvenuta il 10 settembre scorso all'interno di un campo sportivo di Bracciano, provincia di Roma. Un coetaneo lo avrebbe insultato e avrebbe cominciato a proferire insulti rivolti alla mamma. Quest'ultimo avrebbe reagito, un ragazzo gli avrebbe dato due pugni in testa e poi, insieme agli amici, si sarebbe allontanato. "Ha picchiato uno più piccolo di lui", si sarebbe sfogato il 13enne con un coetaneo. E l'altro, avvertito via messaggio dell'insulto, sarebbe tornato indietro e avrebbe sbattuto la testa della vittima più volte e con violenza contro un'inferriata: "Non azzardarti a presentare una denuncia", la minaccia.

Il ragazzo picchiato è stato accompagnato dai genitori all'ospedale di Bracciano, ma non ha voluto denunciare l'accaduto. Dopo essere tornato nuovamente in ospedale, questa volta al Bambino Gesù, ha deciso di raccontare tutto ai carabinieri. I militari della stazione di Bracciano adesso stanno cercando di risalire al colpevole.

Napoli, 13enne picchiata dal branco per un like ad un ragazzo conteso
Napoli, 13enne picchiata dal branco per un like ad un ragazzo conteso
Marco Bianchi prima dell'omicidio di Willy picchiò un 22enne per un apprezzamento a una ragazza
Marco Bianchi prima dell'omicidio di Willy picchiò un 22enne per un apprezzamento a una ragazza
La madre del killer che ha ucciso tre donne a Prati:
La madre del killer che ha ucciso tre donne a Prati: "Era pieno di sangue, la droga l'ha rovinato"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni