109 CONDIVISIONI
Covid 19
14 Marzo 2022
8:34

Falsi Green Pass senza vaccinazione: arrestato Alessandro Aveni, medico di Pippo Franco

Falsi Green Pass ottenuti con vaccinazioni mai avvenute è l’ipotesi d’accusa contestata ad Alessandro Aveni, il medico di base di Pippo Franco, indagato in concorso con 13 pazienti e finito ai domiciliari.
A cura di Alessia Rabbai
109 CONDIVISIONI
Alessandro Aveni, medico di Pippo Franco
Alessandro Aveni, medico di Pippo Franco
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Alessandro Aveni, odontoiatra e medico di base, risulta indagato ed è finito ai domiciliari, per aver rilasciato Green Pass ai suoi pazienti senza aver fatto la vaccinazione anti Covid. Si tratta del medico di base del personaggio tv Pippo Franco. Il professionista è stato raggiunto dai carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Roma (Nas), che hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione della misura cautelare personale emessa dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale. Indagini che sono state condotte dai militari e coordinate dalla Procura della Repubblica.

Ad incastrare il medico dosi fatte e disponibili che non quadravano

Il medico di famiglia è indagato per i reati di falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti e documenti informatici pubblici, in concorso con tredici persone. Secondo quanto ipotizza l'accusa a seguito delle indagini il dottore è ritenuto presunto responsabile di aver realizzato delle false certificazioni, che attestavano vaccinazioni anti Sars Covid-19, ma che in realtà non aveva mai fatto. Permetteva così ai pazienti che non volevano vaccinarsi di essere inseriti lo stesso nel sistema informatico della Regione Lazio, come da prassi avviene per coloro che si sottopongono realmente alla vaccinazione. Le indagini sarebbero partite da irregolarità emerse sulle vaccinazioni dichiarate, che non corrispondevano alle dosi a disposizione del medico.

Medico inseriva dati falsi per ottenere i Green Pass

Grazie all'inserimento di dati falsi il medico, com'è emerso in sede d'indagine avrebbe permesso ai suoi pazienti di avere il Green Pass, necessario per svolgere determinate attività, come ad esempio accedere ai mezzi pubblici e andare al ristorante. Dalle indagini è anche emerso come le persone che nel giorno dichiarato sarebbero dovute essere nello studio del professionista per ricevere la dose, si trovavano in realtà fuori Roma, a chilometri di distanza della città, e stessero facendo tutt'altro. Vaccinazioni che dunque non sono mai avvenute, ma grazie alle certificazioni verdi ottenute illegalmente, i pazienti del dottore potevano accedere a tutti i servizi e svolgere tutte le attività delle quali possono godere le persone vaccinate. Tutti i falsi Green Pass rintracciati sono stati sequestrati.

Pippo Franco ha dichiarato di essersi vaccinato

Pippo Franco è indagato con altre persone per la vicenda dei Green Pass falsi. Lo scorso novembre infatti la sua certificazione verde è stata una di quelle sequestrate dai carabinieri. Franco però si è sempre difeso, assistito dall'avvocato Benedetto Giovanni, ha dichiarato di aver fatto il vaccino e di poterlo dimostrare. Come riportava a novembre La Repubblica il personaggio tv è convinto di essere rimasto ingiustamente vittima di alcune affermazioni fatte al telefono da altri indagati.

109 CONDIVISIONI
31310 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni