283 CONDIVISIONI
Emergenza rifiuti Roma
2 Novembre 2021
13:56

Emergenza rifiuti, piano di pulizia straordinaria di Gualtieri per Roma: costerà 40 milioni di euro

Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha illustrato in conferenza stampa il piano di pulizia straordinaria per Roma. Si tratta di un progetto da 40 milioni di euro, da spendere entro la fine dell’anno, e che vedrà applicati cinque piano di intervento, oltre a mille operatori Ama impiegati nelle strade della capitale.
A cura di Natascia Grbic
283 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Emergenza rifiuti Roma

Un piano straordinario da 40 milioni da spendere entro la fine dell'anno, 32,3 individuati attraverso le risorse già esistenti e 7,7 aggiuntivi individuati tra le pieghe di bilancio. Cinque i piani di intervento: spazzamento delle strade, rimozione delle discariche abusive, igienizzazione dei cassonetti, attività della cura del verde sia verticale sia orizzontale, e infine la manutenzione ordinaria delle caditoie e dei tombini. Questo il piano di pulizia straordinaria di Roma presentato oggi dal sindaco Roberto Gualtieri nella sua prima conferenza stampa in Campidoglio. Mille operatori – già nell'organico di Ama – su strada e 4mila passaggi di pulizia straordinaria che interesseranno la capitale nelle prossime settimane con interventi che hanno lo scopo di rimuovere tutti i rifiuti dalla capitale, "fare il massimo di ciò che si può fare a oggi". Il sindaco ha annunciato che saranno individuato ditte esterne che erano già state individuate per la manutenzione del verde, ma i cui lavori non erano stati poi avviati per mancanze di risorse. Sarà inoltre istituito, a partito dal 5 novembre, un tavolo permanente di coordinamento in Campidoglio su pulizia e decoro tra il Gabinetto del sindaco, la Polizia locale, i municipi, Ama, Simu e direzione Ambiente, la Protezione civile, l'assessore e il delegato su questi temi.

Per adesso nessuna menzione sul tema impiantistiche e sbocchi, uno dei tasti dolenti della precedente amministrazione. Le nuove discariche, precisa Gualtieri, saranno individuate col nuovo management di Ama, "ma non sono di competenza di questo piano". "Si tratta di un piano straordinario che punta a fare delle modifiche strutturali", precisa Gualtieri, specificando che a Roma "occorre un intervento strutturale riguardo le politiche e la ristrutturazione di Ama". "Al momento è disponibile solo il 57% dei mezzi ed è un problema. È in corso la manutenzione dei mezzi esistenti e l'acquisto di nuove vetture. Ringrazio il dottor Zaghis per la collaborazione e per aver scelto di rimettere il mandato, in modo da aiutarci ad aprire un'altra stagione con l'inizio di un nuovo management".

283 CONDIVISIONI
87 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni