Emergenza rifiuti Roma
24 Luglio 2021
22:16

Emergenza rifiuti a Roma, a rischio rinvio la riapertura della discarica ad Albano

Verso lo slittamento la riapertura della discarica di Albano, prevista per lunedì 26 luglio. A Roma torna il rischio dell’emergenza rifiuti. Il motivo? Mancano ancora all’appello le fidejussioni necessarie a riattivare il sito. Martedì 27 scadono i due mesi concessi dalla Regione per individuare un sito di stoccaggio: Roma rischia il commissariamento sui rifiuti. Il Tar respinge il ricorso del Comune di Albano.
A cura di Pierluigi Frattasi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Emergenza rifiuti Roma

Verso lo slittamento la riapertura della discarica di Albano, prevista per lunedì 26 luglio. A Roma torna il rischio dell'emergenza rifiuti. Il motivo? Mancherebbero ancora all'appello le fidejussioni necessarie a riattivare il sito, come ha comunicato Ecoambiente, la società che gestisce l'impianto della provincia, in una nota al Prefetto di Roma e alle istituzioni locali e nazionali. La Città Metropolitana di Roma Capitale, tuttavia, ha rassicurato che la discarica aprirà non appena saranno risolte le questioni burocratiche, confermando l'ordinanza del 15 luglio della sindaca Virginia Raggi che ha disposto la riapertura del sito, impugnata, però, al Tar del Lazio dal Comune di Albano Laziale. Ma il tribunale amministrativo ha respinto il ricorso.

Il Tar respinge il ricorso del Comune di Albano

Il Tar Lazio ha respinto il ricorso presentato dal Comune di Albano contro l'ordinanza del primo cittadino di Roma. Tra i primi a protestare contro l'ordinanza il sindaco di Albano, Massimiliano Borelli: “Abbiamo approvato la delibera di incarico per preparare i ricorsi. Abbiamo incaricato uno studio di avvocati per procedere con il ricorso al Tar, come avevamo preannunciato. Gli avvocati sono già al lavoro e presenteranno quanto necessario affinché si blocchi l'arrivo dei camion. Noi, ribadisco, impugneremo tutte le ordinanze che arriveranno da qualsiasi ente”.

La Regione Lazio pronta a commissariare Roma

La Regione Lazio intanto potrebbe commissariare Roma sui rifiuti. Martedì 27 luglio scade il termine dei due mesi concesso dal governatore Nicola Zingaretti con ordinanza per individuare un'area per i rifiuti della Capitale. L'assessore regionale al ramo Massimiliano Valeriani a Fanpage.it ha detto: “La cosa inaccettabile è che Raggi non si assume mai una responsabilità, è sempre colpa degli altri. Abbiamo alle spalle cinque anni buttati. In questo momento non c’è un problema di sbocchi per i rifiuti, l'immondizia rimane a terra perché Ama è talmente sgangherata che non riesce a raccoglierli da terra”.

82 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni