Continuano serrati i controlli delle forze dell'ordine per far rispettare le norme per limitare il contagio dei covid previste dall'ultimo Dpcm del Governo. Tra le altre in particolare quella che impone la chiusura degli esercizi di somministrazione di cibi e bevande alle 18.00, tenuta ovviamente in considerazione la possibilità dell'asporto e delel consegne a domicilio.

Ieri i Carabinieri della Stazione di Roma Trastevere, nel cuore dello storico rione, hanno "pizzicato" un locale in Vicolo del Cinque che, se apparentemente chiuso senza più i tavolini aperti all'esterno e la porta a vetri che celava cosa accadeva all'interno, continuava invece a rimanere aperto. Il controllo ha portato così a constatare come venti persone si trovavano ancora sedute a consumare ai tavolini, mentre in molti erano in piedi in attesa di avere il proprio ordine, quando era già passata da un'ora l'orario imposto per la chiusura.

L'arrivo dei militari ha messo fine alla festa. Il gestore è stato identificato e il locale chiuso, mentre tutti gli avventori – in tutto venti – sono stati a loro volta costretti a favorire i documenti e multati per mancato rispetto della normativa. A nulla sono serviti i tentativi di giustificarsi da parte del titolare e dei suoi clienti.

Parioli: sciolto assembramento di 200 ragazzi, 15 multati

Anche a Parioli i carabinieri sono intervenuti in piazza delle Muse, procedendo ha sciogliere un assembramento di circa 200 persone, 25 delle quali sono state identificate. In questa occasione i carabinieri hanno multato 11 ragazzi per il mancato utilizzo delle mascherine e 4 per non aver rispettato il distanziamento sociale.