L'ha seguita nel bagno del McDonald's di Corso Francia a Roma Nord e qui l'ha aggredita tentando di violentarla. Vittima dell'aggressione sessuale una ragazza di 19 anni che, sentendosi perfettamente al sicuro all'interno del fast food tutto si sarebbe aspettata che recandosi alla toilette quel normale venerdì sera in compagnia del fidanzato si sarebbe trasformato in un incubo.

L'aggressione nel bagno del McDonald's

"Se chiedi aiuto o se urli ti ammazzo", così l'aggressore l'ha minacciata, come riportato dal Messaggero, afferrandola e trascinandola nel bagno degli uomini tentando di spogliarla e cominciando a palparla dappertutto. Nonostante le minacce e fosse stata presa assolutamente alla sprovvista, la giovane è riuscita a sottraendosi alla stretta dell'uomo divincolandosi potendo così chiedere aiuto.

Arrestato per violenza sessuale un 21enne senza fissa fimora

Nel trambusto che è seguito all'allarme lanciato dalla giovane, nel frattempo il suo aggressore è riuscito a dileguarsi. Sul posto polizia e carabinieri che hanno cominciato a setacciare la zona riuscendo a rintracciare l'aggressore che è stato fermato e identificato come un 21enne senza fissa dimora già noto alle forze dell'ordine.

Il ragazzo è stato riconosciuto dalla vittima e anche dal personale del ristorante che lo aveva notato nelle ore precedenti all'interno del McDonald's. Infine le telecamere di video sorveglianza del ristorante lo hanno ripreso mentre seguiva la 19enne al bagno. Per lui è scattato l'arresto: nei prossimi giorni sarà ascoltato dal gip per essere sottoposto all'interrogatorio di garanzia. Deve rispondere dell'accusa di violenza sessuale.