Blitz congiunto di carabinieri, vigili urbani e polizia ieri sera ad Ariccia: le forze dell'ordine hanno effettuato una serie di controlli tra le fraschette di via Borgo San Rocco e via dell'Uccelliera, multandone e chiudendone 13 su 20. L'operazione era volta a verificare se nei locali venissero osservate le misure anti-covid disposte dai decreti governativi. Gli agenti hanno riscontrato alcune violazioni riguardo le norme di distanziamento tra i tavoli, multando i gestori delle fraschette di 300 euro e disponendone la chiusura per cinque giorni. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni: dalla fine del lockdown sono diversi i locali che sono stati chiusi a causa del non rispetto delle norme di distanziamento sociale disposte dal governo. Dopo le discoteche e i pub, tocca alle storiche fraschette, meta ogni anno non sono dei residenti di Roma, ma anche dei turisti provenienti da tutta Italia.

Blitz delle forze dell'ordine, chiuse 13 fraschette ad Ariccia

Sui social alcune delle fraschette sanzionate hanno avvertito i clienti della prossima chiusura, e annullato le prenotazioni effettuate per i giorni che vanno dal 19 al 23 luglio. C'è malumore tra i gestori per quanto avvenuto ieri sera, soprattutto dopo i mesi di chiusura dovuti al lockdown che hanno causato ingenti perdite economiche. "Chiusura di 5 giorni più multa! – scrive il gestore della fraschetta ‘Dar Burino' su Facebook – Motivo? Familiari e amici non posso essere nello stesso tavolo neanche firmando lo scarico di responsabilità che certifica che i componenti del tavolo sono stati insieme e si sono frequentati nei 15 giorni precedenti! Una vergogna! Ci scusiamo con tutte le persone che avevano prenotato in questi giorni, ci rivediamo venerdì".