video suggerito
video suggerito
Aggiornamenti sul caso Emanuela Orlandi

Commissione Orlandi Gregori, ascoltata Sonia l’amica di Mirella: “Ma voglio parlare a porte chiuse”

Ricevuta dalla commissione bicamerale di inchiesta Orlandi Gregori Sonia De Vito, l’amica di Mirella: “Parlo a porte chiuse”, è stata la sua richiesta. Secondo la sorella della ragazza scomparsa, Maria Antonietta, Sonia saprebbe più di quanto dice.
A cura di Beatrice Tominic
174 CONDIVISIONI
Mirella Gregori.
Mirella Gregori.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Dopo un rinvio di quasi una settimana, è stata ricevuta oggi dalla commissione bicamerale d'inchiesta Orlandi Gregori l'amica di Mirella, Sonia De Vito. È stata una delle ultime ad averla vista prima della sua scomparsa e, come ha spesso sottolineato la sorella di Mirella, Maria Antonietta Gregori, sarebbe a conoscenza di più informazioni rispetto a ciò che ha raccontato fino ad ora. Potrebbe, infatti, conoscere delle verità fino ad ora mia rivelate su quanto accaduto all'amica, scomparsa nel maggio 1983 in zona Nomentana.

Non appena iniziata la seduta, De Vito ha chiesto che l'audizione fosse secretata. Decisione accolta dal presidente di commissione Andrea De Priamo e dalla commissione tutta.

L'audizione di Sonia De Vito in corso

Non si conoscono i motivi per cui l'amica di Mirella Gregori, Sonia, abbia chiesto di parlare a porte chiuse. Che sia perché ha davvero qualche elemento inedito sul caso di scomparsa dell'amica del cuore? Di questo continua ad essere sicura Maria Antonietta Gregori che, ascoltata anche lei a Palazzo San Macuto in una delle prime audizioni, riservata ai familiari delle ragazze scomparse, continua a sperare che l'amica Sonia possa aiutare a raggiungere la verità dicendo tutto quello che sa. "Della famiglia sono rimasta solo io – ha dichiarato durante la sua audizione – Per me è l'ultima spiaggia".

Dopo la scomparsa dell'amica, con cui ha passato tutta l'infanzia e l'adolescenza, Sonia avrebbe smesso di frequentare casa Gregori.

Il racconto dell'amica Sonia alla sorella di Mirella

"Eravamo sempre insieme. Quando è scattato l'allarme perché Mirella era scomparsa, sono corsa da lei. Mi ha detto che Mirella era passata, aveva un appuntamento a Porta Pia e che poi sarebbe andata a suonare la chitarra a Villa Torlonia. Ma Mirella non suonava la chitarra – ripercorre Maria Antonietta – Era la sua amica del cuore, doveva sapere qualcosa in più. Che Sonia si sia voluta tutelare? Può darsi. Aveva paura, forse è stata minacciata".

Nel corso dell'audizione dei familiari delle due ragazze a questo punto è intervenuto il fratello di Emanuela, Pietro Orlandi: "Ho contattato Sonia per un documentario. Può darsi che avesse paura. Mi ha detto che se la persona che ha fatto sparire Mirella la conosceva, allora conosceva anche lei e le sue amiche. Come aveva preso lei, poteva prendere anche una di noi", ha detto.

La speranza è che possa presto emergere qualcosa di nuovo. "Non le ho mai dato la colpa, ma le ho sempre chiesto di dire la verità", ha concluso la sorella di Mirella Gregori.

174 CONDIVISIONI
238 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views