Coronavirus
22 Luglio 2021
10:16

Cluster Monteverde, salgono a 128 i contagi dopo la partita degli Europei al pub Clifton

Sono saliti a 128 i casi di coronavirus relativi al cluster del pub Clifton in zona Casaletto, a Monteverde. Di questi, 32 sono casi secondari (familiari e amici di dipendenti e avventori), l’età media dei contagiati è di circa 22 anni. Polemiche in corso: nel pub non sarebbero state rispettate le misure anti-covid.
A cura di Natascia Grbic
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Sono 128 i casi confermati di coronavirus relativi al focolaio che si è sviluppato al pub Clifton in zona Casaletto. Di questi, 32 sono casi secondari e riguardano amici e familiari degli avventori e dei dipendenti, la maggior parte dei contagiati ha meno di 25 anni. La fascia di età delle persone che hanno contratto il coronavirus ha tra i 7 e gli 84 anni: di questi 128, 93 sono maschi e 36 femmine. L'età media dei contagiati è di 22 anni.

Polemiche sulle mancate misure anticovid prese dal pub

Il focolaio è partito dal pub di Monteverde in seguito alla partita degli Europei tra Ucraina e Inghilterra che si è giocata lo scorso 6 luglio. Forti polemiche hanno investito i gestori del pub dopo che non solo i genitori dei ragazzi contagiati, ma anche le persone che erano presenti quella sera al locale e si sono contagiate, hanno dichiarato che nessuna regola anti-covid è stata rispettata. I titolari del pub hanno respinto le accuse, dicendo che la partita è stata trasmessa in sicurezza: ma sono in tanti a dire che il pubblico era stipato al chiuso in condizioni di mega assembramento e senza mascherine.

Aumentano i casi di coronavirus nel Lazio

I contagi nel Lazio stanno aumentando. Solo ieri sono stati registrati 616 nuovi casi di coronavirus, con una prevalenza della variante Delta a circa il 60%, ai quali però – almeno per il momento – non corrisponde una pressione forte sul sistema ospedaliero. Un fattore positivo dovuto ai vaccini, che ieri nella regione hanno raggiunto quota 6,4 milioni di somministrazioni. Per questo la Regione Lazio ha deciso di puntare ancora di più sulla campagna vaccinale e sta pensando a delle ‘vaccinazioni last minute' da fare nell'aeroporto di Fiumicino, in modo che le persone in partenza che non abbiano ancora ricevuto la dose, possano effettuarla e partire così in sicurezza.

26036 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni