600 CONDIVISIONI
Covid 19
15 Gennaio 2022
17:43

Cinquemila no vax in piazza San Giovanni a Roma: “Siamo in un regime, facciamo saltare governo”

Circa cinquemila persone hanno partecipato alla manifestazione no vax e no green pass organizzata in piazza San Giovanni a Roma.
A cura di Enrico Tata
600 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Circa cinquemila persone hanno partecipato alla manifestazione no vax e no green pass organizzata in piazza San Giovanni a Roma. "E' un Sit in pacifico, sedetevi per rispettare tutte le regole di questi signori", ha detto uno degli organizzatori dal palco, aggiungendo: "State sparpagliati, ma non distanziati". Moltissime sono le persone che non indossano la mascherina, pur essendo obbligatoria all'aperto e, ovviamente, ancora di più quando la distanza di sicurezza non è garantita. Davanti al palco c'è un grande striscione a caratteri rossi che recita: "Libertà! Whatever it takes", citando una celebre frase pronunciata da Mario Draghi quando era presidente della Banca Centrale Europea. I manifestanti, stando a quanto si apprende, sono arrivati da molte zone d'Italia.  "Stanno sperimentando il regime anticostituzionale. Draghi è il nemico pubblico numero uno e dobbiamo far saltare questo governo. Stanno preparando la guerra. Unione Europea di servi", è uno degli attacchi rivolti al presidente del Consiglio.

Sul palco è salito anche il comico Enrico Montesano: "Sono qui per mostrarvi il mio affetto e la mia solidarietà. Ognuno di noi deve aumentare la sua consapevolezza. Siamo qui per manifestare pacificamente. Vogliamo dare un messaggio di pace e di speranza ma allo stesso tempo di disobbedienza civile".

"Draghi vattene": il blitz di CasaPound alla stazione Termini

"Draghi vattene!": con questo slogan i militanti di CasaPound hanno manifestato nelle principali stazioni italiane. A Roma il blitz è stato effettuato da circa 200 persone.  "Anche nei giorni scorsi abbiamo visto un governo che, invece di prendersi le responsabilità di una gestione fallimentare dell'emergenza sanitaria, scarica tutto sulla cittadinanza, additando i "no-vax" come causa principale dei mali del Paese è un gioco pericoloso, tutto incentrato sul trovare un capro espiatorio di comodo: prima erano i runner, poi le mamme con i figli ai parchi giochi, i giovani e ora chi legittimamente sceglie di non vaccinarsi o di non aderire alle limitazioni imposte col green pass. Se questo governo non è in grado di affrontare la crisi, sanitaria, sociale ed economica, si dimetta. Questo governo non è degno di rappresentare questa Nazione e, tanto meno, di guidarla. Non è accettabile procedere a tentativi dopo due anni dallo scoppio dell'emergenza e tanto meno è accettabile giustificare i propri fallimenti addossandoli ai cittadini, con vere e proprie menzogne, smentite dai dati sanitari, ripetute durante le conferenze stampa. Draghi si dimetta", ha dichiarato uno dei portavoce del movimento di estrema destra.

600 CONDIVISIONI
31062 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni