Immagine di repertorio (La Presse)
in foto: Immagine di repertorio (La Presse)

Consentiva l'ingresso a dodici persone contemporaneamente all'interno di un negozio grande circa 30 metri quadri, violando le disposizioni riguardanti il contenimento dei contagi da coronavirus e le precauzioni da prendere negli esercizi commerciali. Per questo il titolare di un parrucchiere nel rione Esquilino di Roma è stato multato e il negozio chiuso. I provvedimenti sono scattati a seguito dei controlli della polizia locale di Roma Capitale. Gli accertamenti degli agenti del Gruppo I Ex Trevi si inseriscono nell'attività quotidiana, che ha come scopo la tutela della salute pubblica. Operazioni che la polizia locale di Roma Capitale sta svolgendo in collaborazione con il Commissariato di zona Esquilino della Polizia di Stato, per un lavoro che sia il più possibile capillare e su più fronti, all'interno del territorio.

Parrucchiere chiuso all'Esquilino e titolare multato

Il titolare del negozio, un quarantaduenne di nazionalità domenicana, oltre a permettere che all'interno del locale entrasse un numero di persone maggiore rispetto a quello consentito, non aveva un registro dei clienti, dove segnare nomi e recapiti telefonici, come previsto da norma del Governo, informazioni necessarie per poter ricontattare gli ospiti nel caso della positività di un cliente o un dipendente e raccomandargli di mettersi in isolamento fiduciario, segnalandolo alla Asl. Il titolare inoltre non rispettava alcune misure previste per la limitazione  del contagio, come l'assenza di prodotti per l'igienizzazione e il mancato utilizzo delle mascherine, tra dipendenti e anche in presenza della clientela. Gli agenti hanno multato il titolare per una cifra pari a mille euro e chiuso per cinque giorni il negozio.