Immagine di repertorio (Foto La Presse)
in foto: Immagine di repertorio (Foto La Presse)

Carenze igieniche, numero di ospiti superiore a quanto autorizzato oltre che alla mancanza di personale adeguato e a misure anti Covid. Sono le gravi irregolarità riscontrate in una casa di riposo di Rieti, che i carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità hanno chiuso e gli ospiti sono stati trasferiti in altre strutture del territorio. A riportare la notizia Il Messaggero, che ha riportato come i militari abbiano segnalato la responsabile della suddetta casa di riposo all'autorità comunale. I provvedimenti sono scattati a seguito dei controlli svolti dalle forze dell'ordine, che hanno permesso di portare alla luce le irregolarità emerse a seguito delle indagini. Dalle verifiche dei carabinieri risulta infatti come la casa di riposo non era in possesso dei requisiti necessari e mancava il personale adeguato. La struttura inoltre, versava in condizioni igienico sanitarie carenti. Infine, ma non per importanza, irregolarità sono state riscontrate sul numero di ospiti accolti, che superava quello di fatto concesso dalle autorizzazioni. Nella struttura non venivano rispettate le norme previste per il contenimento dei contagi da coronavirus, dunque l'operato di chi la gestiva sarebbe potuto rivelarsi potenzialmente pericoloso per l'insorgere di focolai di Covid tra gli ospiti, motivo per il quale ne è stata disposta la chiusura.

A Rieti ieri 169 positivi sui 2612 casi del Lazio

Ieri la Asl di Rieti ha resistrato 169 positivi nel territorio di propria competenza, tra i 2612 contagi emersi nel Lazio. Tra questi 169, 65 sono riconducibili a Rieti città, cinque ad Amatrice, uno ad Antrodoco, uno a Belmonte in Sabina, due a Borbona, sette a Borgorose, cinque a Cantalice, uno a Casaprota, uno a Castel di Tora, uno a Castel S. Angelo, due a Castel Nuovo di Farfa, otto a Cittaducale, tre a Colli sul Velino, uno a Contigliano, undici a Fara in Sabina, uno a Forano, uno a Greccio, sette a Magliano Sabina, due a Monteleone Sabino, due a Morro Reatino, sei a Orvinio, sette a Pescorocchiano, quattro a Poggio Bustone, sette a Poggio Mirteto, cinque a Poggio Moiano, cinque a Poggio Nativo, uno a Poggio San Lorenzo, due a Rivodutri, due a Torri in Sabina, tre a Torricella in Sabina.