Un corto circuito che ha provocato lo scoppio di una caldaia nel quartiere di Campagnano a Roma, le cui cause sono ancora in fase di accertamento da parte dei Vigili del Fuoco. Una famiglia spaventata, tratta in salvo da pompieri e carabinieri giunti sul posto, ma adesso alle prese con una grande tragedia: a causa dello spavento e molto probabilmente anche a causa dei botti di Capodanno, la cagnolina di famiglia Minù è fuggita. L'episodio è avvenuto verso le 23.55 del 31 dicembre, cinque minuti prima che scoccasse la mezzanotte e si entrasse nel nuovo anno. Della cucciola, ancora non c'è traccia. Decine le persone la stanno cercando e si sono organizzate in gruppi di ricerca: sembra che sia stata avvistata qualche ora fa sempre a Campagnano, ma per ora non è stata ancora riportata a casa. Con grande disperazione della sua famiglia, che non credeva di entrare nel nuovo anno con un dramma del genere.

La cagnolina scappata
in foto: La cagnolina scappata

Scoppia la caldaia, fugge cagnolina: ricerche in corso

Non è noto ancora il motivo che ha provocato lo scoppio della caldaia, che ha devastato l'abitazione della famiglia. Secondo quanto appreso da Fanpage.it si sarebbe trattato di un corto circuito, le cui cause sono ancora da verificare. Ma la padrona della cagnolina punta il dito contro i botti di Capodanno: "Dei bambini hanno gettato dei botti nel nostro giardino – spiega in un post su Facebook – Improvvisamente è divampato il fuoco, che spostandosi è arrivato al motore del condizionatore ed è esploso tutto. Dentro casa c'erano due cani e due gatti, per fortuna tutti salvi. Ma Minù è una cagnolina paurosa che estratta da carabinieri e pompieri è scappata". Saranno i Vigili del Fuoco a dover stabilire se l'incendio scoppiato fuori l'abitazione sia stato doloso o meno. Per ora gli sforzi dei residenti di Campagnano si stanno concentrando per trovare Minù, dispersa ormai da quasi due giorni.