Ora è allerta massima a Sabaudia, dopo che uno dei bagnini dello stabilimento ‘Il Gabbiano' è risultato positivo al coronavirus. La rinomata località balneare a sud di Roma, meta di politici, calciatori e vip è in fibrillazione e l'Asl di Latina ha iniziato il tracciamento di tutti i clienti che potrebbero essere venuti a contatto con il giovane assistente alla balneazione.

Il chiosco in questione – si legge in una nota dell'amministrazione comunale – riaprirà solamente quando saranno state espletate tutte le necessarie ed idonee procedure, al fine di garante il rispetto della sicurezza e salute pubblica". Intanto la raccomandazione per chi non è stato contattato dalle autorità sanitarie ma potrebbe essere entrato in contatto con il bagnino è quella di "rivolgersi al proprio medico di base", il quale indicherà la procedura necessaria, "oppure chiamare il numero  verde 800 118 800”.

Il comune di Sabaudia ha approntato un'app per prenotare il proprio posto sulla spiaggia libera, e il portare www.reservare.it, e invita tutti i bagnanti a utilizzare gli strumenti preposti: “Per la fruibilità della spiaggia in assoluta sicurezza, ora più che mai è opportuno utilizzare l’apposita applicazione web al fine di preservare la propria e altrui salute e al contempo per permettere alle autorità competenti di intervenire prontamente in caso di contagi. Bastano davvero pochi secondi per godere del mare in tranquillità e con spensieratezza".

Ai bagnanti che prenotano un posto l'apposito personale in spiaggia consegna anche un kit per rispettare il distanziamento sociale: una corda colorata lunga 3×3 metri da posizionare sulla sabbia, così per avere una sicurezza in più e delimitare lo spazio sull'arenile ed evitare così assembramenti.