Coronavirus
5 Agosto 2021
19:24

Attacco informatico alla Regione Lazio, estratte copie di backup: dati salvi

Ha spiegato il presidente Nicola Zingaretti: “Si è conclusa la verifica su un sistema di ultimissima generazione dove era stato effettuato il backup e protetto da hardware acquistato grazie agli ingenti investimenti sostenuti dalla Regione Lazio e da Laziocrea in questi anni per la sicurezza informatica”.
A cura di Enrico Tata
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

I dati della Regione Lazio sono salvi. I file di backup, infatti, non sarebbero stati toccati dall'attacco e i tecnici sono riusciti ad estrarre le copie dai server. Ad essere stati attaccati dai criminali che hanno preso di mira il Centro Elaborazione Dati sono stati i sistemi che gestivano i backup, ma dati non sono stati raggiunti. È stato quindi ricreato un sistema informatico uguale a quello che è stato criptato e così è stato possibile recuperare tutto. Ha spiegato il presidente Nicola Zingaretti: "Si è conclusa la verifica su un sistema di ultimissima generazione dove era stato effettuato il backup e protetto da hardware acquistato grazie agli ingenti investimenti sostenuti dalla Regione Lazio e da Laziocrea in questi anni per la sicurezza informatica. Al termine di tutte le verifiche tecniche possiamo annunciare che gli operatori sono riusciti ad accedere ai dati del backup, ultimo aggiornamento venerdì 30 luglio. Al momento stiamo verificando e analizzando la consistenza dei dati per ripristinare nel più breve tempo possibile i servizi amministrativi e per i cittadini".

Per il governatore laziale questo risultato è una ottima notizia "perché potrebbe riconsegnarci libera l'intera banca dati della Regione ed è stato possibile sfruttando le caratteristiche tecniche di un un hardware particolarmente sofisticato, che consente tra le altre cose di recuperare dati cancellati, installato nel 2019 all'interno del nuovo data center".

Attivato un nuovo sito di prenotazione vaccini nel Lazio

Intanto la Regione Lazio ha attivato un nuovo sito di prenotazione dei vaccini e dalla ripresa dell'attività, ha annunciato l'assessore D'Amato, sono state registrate circa 3mila nuove prenotazioni. Il dato maggiore riguarda Roma con circa 1700 prenotazioni. "Nelle provincie, in testa Frosinone con 345 nuove prenotazioni. Tutte le attività si stanno svolgendo regolarmente", si legge in una nota dell'assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria.

27180 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni