4.616 CONDIVISIONI
L'omicidio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro
9 Dicembre 2021
18:30

Arrestato e condannato a 5 anni di carcere per droga lo zio dei fratelli Bianchi

Lo zio dei fratelli Bianchi è stato arrestato dai carabinieri di Colleferro per fatti di droga precedenti all’omicidio di Willy Monteiro Duarte.
A cura di Enrico Tata
4.616 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'omicidio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro

Lo zio dei fratelli Bianchi è stato arrestato dai carabinieri di Colleferro. L'uomo, stando a quanto si apprende, era già agli arresti domiciliari e oggi verrà trasferito nel carcere romano di Rebibbia. L'ordine di carcerazione è stato emesso oggi per un cumulo di pene per reati di droga. Gli investigatori precisano che i fatti contestati allo zio dei Bianchi non si riferiscono all'omicidio di Willy Monteiro Duarte e risalgono invece a diversi anni fa e quindi sono precedenti alla morte del ragazzo a Colleferro. Vito Bianchi, 54 anni, aveva chiesto l'affidamento al servizio sociale, ma il tribunale di Sorveglianza ha dichiarato inammissibile il ricorso. Inoltre ha ritenuto il caso di Bianchi incompatibile con gli arresti domiciliari. Dovrà per questo scontare cinque anni di reclusione in carcere e pagare 20mila euro di multa.

Anche i fratelli Bianchi coinvolti in un giro di droga

I fratelli Marco e Gabriele Bianchi sono a processo, accusati di omicidio volontario nei confronti di Willy Monteiro. Il ventunenne di Paliano è stato massacrato a Colleferro la notte del 6 settembre 2020. Insieme a loro per lo stesso capo d'imputazione sono a processo Francesco Belleggia e Mario Pincarelli. I fratelli Bianchi com'è emerso dalle motivazioni della sentenza con la quale a luglio scorso il giudice dell'udienza preliminare Gisberto Muscolo ha condannato un loro Andrea Cervoni a tre anni di reclusione, sono coinvolti un giro di droga e avevano creato un clima di terrore tra Artena, Lariano e Velletri. Spacciavano cocaina, avevano contatti con ambienti criminali e a volte ricorrevano alla violenza. Quando gli amici massacravano giovani vittime per droga loro ridevano. Questo sarebbe da quanto emerso il quadro delineato dal gup, che ha descritto cosa facevano i fratelli Bianchi ora imputati, prima dell'omicidio di Willy.

4.616 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni