399 CONDIVISIONI
Covid 19
24 Giugno 2022
14:05

Allarme Omicron 5, a Roma e nel Lazio contagi Covid quasi raddoppiati in una settimana

Sono quasi raddoppiate le infezioni da Covid-19 nel Lazio, ma in realtà potrebbero essere già molte di più.
A cura di Enrico Tata
399 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Da poco più di 23mila contagi in sette giorni, circa 3mila in media al giorno, a più di 38mila a settimana, cioè oltre 5mila casi ogni 24 ore. Sono quasi raddoppiate le infezioni da Covid-19 nel Lazio, ma in realtà potrebbero essere già molte di più. Questo perché ormai tantissimi pazienti scelgono di eseguire test casalinghi, che quindi non sono tracciati a livello di sanità pubblica. Nella settimana compresa tra il 17 e il 23 giugno i casi diagnosticati ufficialmente sono stati 38.445 e la settimana precedente. dal 10 al 16 giugno, erano stati 23.242.

Contagi in crescita a Roma e nel Lazio, si diffonde variante Omicron BA.5

La crescita dei contagi è dovuta è dovuta soprattutto alla diffusione della sottovariante di Omicron BA.5. L'ultima indagine di prevalenza elaborata dall'Istituto Superiore di Sanità è stata resa nota lo scorso 17 giugno e fa riferimento al 7 giugno. La variante Omicron aveva una prevalenza del 100 per cento con la sottovariante BA.2 predominante al 62 per cento. Si sottolineava già allora, tutta via, la crescita delle varianti BA.4 e BA5., stimate al 23,15 per cento contro lo 0,41 della precedente indagine. In Valle d'Aosta era già stimata al 100 per cento, in Basilicata al 70 per cento e in Molise al 50 per cento.

I dati su ricoveri ordinari e terapie intensive nel Lazio

È ancora contenuta, invece, la crescita dei pazienti ricoverati per Covid-19 nei reparti ordinari degli ospedali del Lazio: il 15 giugno scorso erano 480 e ieri, 23 giugno, erano 553. In 8 giorni sono quindi aumentati di 73 unità, circa 9 ricoveri in più al giorno. Il dato che preoccupa, però, è quello degli ultimi tre giorni: in 72 ore i ricoveri sono aumentati di circa 50 unità. Per quanto riguarda le terapie intensive, il 15 giugno i pazienti gravi erano 32 e ieri sono aumentati a 50, cioè 18 in più in 8 giorni. Nel corso delle prime settimane di giugno, occorre sottolineare, i pazienti ricoverati nelle terapie intensive degli ospedali del Lazio si erano mantenuti stabilmente intorno a quota 30, quindi anche in questo caso si sta verificando una preoccupante crescita negli ultimi giorni.

Iss: contagi in crescita in tutta Italia

In generale l'Istituto Superiore di Sanità, nella consueta analisi settimanale, evidenzia come sia in crescita in tutta Italia il tasso di incidenza settimanale, l'indice Rt e il tasso di occupazione dei posti letto ospedalieri. Nessuna Regione è più classificata a rischio basso, mentre 12 Regioni sono classificate a rischio moderato e 9 Regioni sono classificate a rischio alto. Due di queste sono ad alta probabilità di progressione.

399 CONDIVISIONI
31606 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni