Al via il 19 aprile l'apertura del primo centro centro vaccinale all'interno di un outlet. E sarà il più grande della Regione. Lo ha annunciato in una nota la Asl Roma 5. Il nuovo Hub verrà realizzato nel grande outlet di Valmontone e occuperà un'area di 20mila metri quadrati. L'idea è nata dalla collaborazione tra Assessorato alla Salute, Comune della città, Asl Roma 5 e Dws & Promos che gestiscono il grosso centro dello shopping. Il centro vaccinale sarà un modello drive-in (i vaccini sono ricevuti direttamente dalla propria auto) costruito sulla base di quelli statunitensi per permettere una ottimizzazione della campagna di somministrazione. Rispetto al modello walk-in, dove il vaccino si riceve seguendo a piedi percorsi indicati, sarà più semplice e veloce regolare l'afflusso e il deflusso degli utenti oltre che di tutte le operazioni. L'obiettivo è aumentare il numero dei vaccinati utilizzando le stesse risorse. Il prossimo 13 aprile alle 10.30 verrà effettuato un sopralluogo della struttura con la presenza del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e dell'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato.

Quali sono i centri vaccinali

In tutto sono 120 i centri vaccinali nel territorio regionale. Oltre alla nuova apertura nell'outlet di Valmontone, è prevista l'attivazione di altri Hub, come quello negli Studios di Cinecittà, nel centro commerciale Porta di Roma, sotto la Vela di Calatrava a Tor Vergata e nell'Auditorium della Tecnica di Confindustria all'Eur. L'obiettivo è arrivare a 50 mila somministrazioni al giorni. Inoltre da venerdì 26 marzo l'hub dell'Aeroporto di Fiumicino ha attivato le vaccinazioni anche in tarda serata, ovvero dalle ore 20 alle ore 24. Il 19 aprile dovrebbero arrivare circa 400 mila dosi (40 mila nel Lazio) del vaccino Johnson & Johnson. Secondo D'Amato è un numero insufficiente che basterebbe solo "per un giorno e mezzo".

Chi può vaccinarsi a Roma e nel Lazio

Nel Lazio sono attive dal 7 aprile le prenotazioni del vaccino anti-Covid per le persone che hanno 64 e 65 anni, ovvero i nati nel 1956 e 1957. Rimangono aperte le prenotazioni per tutti quelli nati per gli over 65 e per le persone fragili. Chiuse, invece, quelle per il personale scolastico. Qui un elenco con i centri attualmente attivi a Roma e provincia.