167 CONDIVISIONI
Emergenza rifiuti Roma
21 Luglio 2022
18:05

A Roma è emergenza rifiuti dopo l’incendio a Malagrotta: Gualtieri vuole portarli a Guidonia

Il Tmb di Guidonia Montecelio potrebbe ospitare 600 tonnellate al giorno di rifiuti di Roma per sei mesi. Il sindaco Gualtieri ha firmato un’ordinanza urgente dopo l’incendio a Malagrotta 2.
A cura di Alessia Rabbai
167 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Emergenza rifiuti Roma

Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha firmato un'ordinanza di collaudo per il Tmb di Guidonia Montecelio. Una misura  che ha definito "urgente", per affrontare l'emergenza rifiuti durante questa caldissima estate. Ama Spa potrà conferire presso l'impianto in località Inviolata gestito dalla società Ambiente Guidonia Srl 600 tonnellate giornaliere di rifiuti indifferenziati precedentemente destinate a Malagrotta 2 per sei mesi. I mezzi potranno fare fino a 70 viaggi al giorno, trasportando un massimo di 3600 tonnellate d'immondezza a settimana.

"Si tratta di una notizia che non avrei mai voluto dare ai miei concittadini – ha commentato in una nota Mauro Lombardo, sindaco del Comune che conta il maggior numero di abitanti dell'Area metropolitana di Roma – È un atto propedeutico: in caso l'esito sia positivo, la riapertura dell'impianto sarà imminente. Ribadisco la mia ferma contrarietà a questa decisione". Nell'ordinanza si legge che "l'impianto è autorizzato ad avviare la fase di collaudo funzionale prima della messa in esercizio definitiva".

I rifiuti di Roma a Guidonia dopo l'incendio al Tmb Malagrotta 2

L'ordinanza firmata da Gualtieri arriva a seguito dell'incendio divampato all'interno dell'impianto di trattamento meccanico biologico denominato ‘Malagrotta 2' del 15 giugno 2022, quando dal rogo si è sprigionata una nube tossica. La decisione arriva dal fatto che la società che gestisce il servizio di igiene urbana capitolino non è in grado di trattare i rifiuti indifferenziati e speciali e ha bisogno di utilizzare altre strutture. Nonostante le disponibilità arrivate a Roma da parte di impianti regionali e nazionali , si legge ancora nell'ordinanza, si tratterebbe tuttavia di quantità e tempo limitati e ciò non basterebbe a sostituire il lavoro di Malagrotta 2.

Prima che il mese scorso prendesse fuoco e diventasse inutilizzabile il Tmb gestito dalla E.Giovi, che aveva una capacità di trattamento autorizzata fino a 900 tonnellate giornaliere di rifiuti, Roma aveva già perso il Tmb di via Salaria, distrutto nell'incendio dell'11 dicembre 2018 rispetto al quale la Procura ha avviato un'indagine per disastro colposo.

167 CONDIVISIONI
101 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni