L’allarme era scattato nel pomeriggio del 24 aprile. Due gemelline di quattro anni, Elisabetta e Adele, non si trovavano più. Erano scomparse da un piccolo paesino sopra Tarcento (Udine). Per ore centinaia di soccorritori hanno partecipato alle ricerche e fortunatamente nella notte è arrivato il lieto fine. Le due bambine, che si erano perse nel bosco, sono state ritrovate. Le due bimbe erano in compagnia del loro pitbull Margot lungo un sentiero che porta al comune montano di Montenars. Si erano perse nel bosco e avevano camminato a lungo a piedi sbagliando più volte la strada per cercare di ritornare a casa dai loro genitori. Le bimbe si erano allontanate da casa insieme con il proprio cane, che è rimasto accanto a loro per tutto il tempo, mentre la mamma stava cucinando. È stata proprio la donna a dare l’allarme prima delle 20 quando si è accorta che  le figlie non si trovavano in casa. A trovarle dopo sei ore di angoscia sono stati dei volontari. Uno di loro ha ricostruito quelle ore in un post su Facebook: “Comincio a parlare a entrambe, Adele è vigile e quasi vivace, Elisabetta è un po’ più frastornata e sta più sulle sue”, descrive così gli attimi del ritrovamento.

Le gemelle stanno bene – Da quanto si apprende, le bambine erano sicuramente stanche, ma in buone condizioni di salute tanto che non è stato necessario neppure portarle in ospedale. Rifocillate e rassicurate, sono state poi riportate a casa intorno alle due, salutate da un lungo applauso liberatorio per i tanti soccorritori che a tempo record si erano messi in moto. Alle ricerche hanno partecipato carabinieri, polizia, protezione civile, soccorso alpino, guardie giurate e tanti volontari. Nella zona della loro abitazione era stato allestito un punto base per le ricerche, illuminato dalle cellule fotoelettriche. Nell'area della scomparsa ha operato anche l'elicottero militare con termocamera arrivato da Casarsa.