3.335 CONDIVISIONI
Covid 19
18 Dicembre 2021
20:31

Tampone ai vaccinati per eventi, cinema e teatri: la decisione nella cabina di regia

La variante Omicron fa paura, i casi Covid aumentano e così il Governo anticipa la convocazione della cabina di regia proprio il giorno prima della Vigilia per una nuova stretta in vista di Natale.
A cura di Biagio Chiariello
3.335 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Sarà una cabina di regia convocata con un anticipo non usuale, quella che si terrà giovedì 23 dicembre, proprio a ridosso delle festività natalizie. La risalita dei casi Covid (oggi altri 28mila nuovi positivi in Italia, tasso positività al 4%), oltre alla diffusione variante della variante Omicron, comunque ancora contenuta nel nostro Paese, spingerà il governo a nuove forme di restrizioni: il tampone sarà obbligatorio anche per chi è vaccinato per partecipare agli eventi , alle feste, per andare nei luoghi affollati come cinema e teatri. A riportarlo è l'agenzia Ansa.

Ma sono comunque diverse le ipotesi sul tavolo. Come l'obbligo di mascherine all'aperto che peraltro è già stato stabilito in autonomia in Veneto, potrebbe seguire anche il Lazio. Ma anche la possibilità di introdurre l’obbligo vaccinale per nuove categorie di lavoratori. I ministri si confronteranno infine su una possibile riduzione della validità del green pass: al momento la certificazione verde dura 9 mesi, ma potrebbe esserci un ulteriore abbassamento di 3 mesi rispetto alla soglia precedente. Al momento, va specificato, si tratta comunque solo di "ipotesi", appunto, sottolineano fonti di governo, che verrano "valutate sulla base degli ultimi dati aggiornati".

La Cabina di regia convocata per il 23 dicembre sarà “un momento per fare il punto della situazione, valutare ed eventualmente decidere se ci sarà bisogno di ulteriori provvedimenti; mi pare che il governo non si è mai sottratto alla responsabilità di prendere scelte“. Lo ha affermato al Tg4 il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. Sarà ha detto, “innanzitutto l’occasione per valutare i dati soprattutto relativi alla Omicron, un momento di confronto, di valutazione e di condivisione su come proseguire nelle prossime settimane la gestione della pandemia“.

3.335 CONDIVISIONI
32142 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni