147 CONDIVISIONI
23 Novembre 2021
19:39

Super Green Pass, Zaia: “No cittadini di serie A e B, ma non bisogna penalizzare chi si è vaccinato”

“Abbiamo la necessità di coniugare due aspetti: la salute pubblica e la necessità di non chiudere. Questa è la preoccupazione, gli indicatori ci dicono che il contagio sta crescendo, ma dall’altro ci dicono che con i vaccinati abbiamo meno pressione ospedaliera in questa fase”: lo ha detto il governatore del Veneto, Luca Zaia, rispondendo a una domanda di Fanpage.it sull’ipotesi del Super Green Pass e delle restrizioni solo per i non vaccinati.
A cura di Annalisa Girardi
147 CONDIVISIONI

"Attendiamo quella che sarà la proposta del governo. Di certo abbiamo la necessità di coniugare due aspetti: la salute pubblica e la necessità di non chiudere. Questa è la preoccupazione, gli indicatori ci dicono che il contagio sta crescendo, ma dall'altro ci dicono che con i vaccinati abbiamo meno pressione ospedaliera in questa fase": lo ha detto il governatore del Veneto, Luca Zaia, rispondendo a una domanda di Fanpage.it sul Super Green Pass, ipotizzato ieri dalla Conferenza delle Regioni durante l'incontro con il governo, a margine della presentazione del suo libro "Ragioniamoci sopra".

"La vera sfida avverrà dalla zona arancione in su. Lì si tratterà di capire rispetto anche alle indicazioni della comunità scientifica quali saranno le soluzioni", ha aggiunto il governatore leghista. Sulla questione di reintrodurre, al di là di zona bianca o zona gialla, l'obbligo di mascherina anche all'aperto il presidente della Regione Veneto ha chiarito: "È giusto che se vi è l'applicazione delle mascherine all'aperto sia una scelta uguale per tutti. Visto e considerato che ormai a macchia di leopardo si vedono adottare provvedimenti. Se pensassi che in Veneto servisse la mascherina all'aperto avrei fatto già l'ordinanza, ma non l'ho fatta".

Durante la presentazione del libro Zaia ha anche detto: "Io non faccio parte di quelli che pensano che i cittadini debbano essere trattati come cittadini di serie A o serie B, spero che questo Paese intraprenda un percorso di pacificazione. Certo davanti a questa ondata di infezioni che coinvolge soprattutto i non vaccinati la preoccupazione è alta". Per poi ribadire: "Stiamo attendendo la bozza del decreto per capire cosa deciderà il governo, ma dobbiamo evitare di chiudere e evitare di penalizzare chi ha fatto una scelta in linea col piano di sanità pubblica".

Una nuovo confronto in merito al Super Green Pass dovrebbe avvenire già domani, contando che giovedì è previsto un Consiglio dei ministri che dovrebbe prendere decisioni concrete in merito alle misure da adottare per contrastare questa nuova ondata di contagi. Ieri sera c'è stato un incontro con la Conferenza delle Regioni in cui i governatori hanno affermato la necessità di non far ricadere le restrizioni delle fasce colorate sui vaccinati e hanno chiesto di valutare fin da subito l'ipotesi di un Super Green Pass, rilasciato solo con vaccino o guarigione, per accedere ai luoghi dove è più elevato il rischio di contagio: per andare a lavoro, comunque, basterebbe il Green Pass ottenibile anche con tampone.

147 CONDIVISIONI
Cosa cambia con il super green pass per i non vaccinati dal 6 dicembre
Cosa cambia con il super green pass per i non vaccinati dal 6 dicembre
Super green pass anche in zona bianca: ecco cosa sarà vietato ai non vaccinati
Super green pass anche in zona bianca: ecco cosa sarà vietato ai non vaccinati
Green Pass e Super Green Pass, quali sono le differenze e cosa cambia
Green Pass e Super Green Pass, quali sono le differenze e cosa cambia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni