6.153 CONDIVISIONI
18 Luglio 2021
19:12

Salvini: “Non sono un no vax, ma nessuno insegua mio figlio con tamponi e siringhe”

Salvini si difende da chi lo accusa di strizzare l’occhio ai no vax e garantisce di essere favorevole ai vaccini, ma con una precisazione: “Mi rifiuto di vedere qualcuno che insegue mio figlio che ha 18 anni con un tampone o con una siringa”. Il leader della Lega da Jesolo lido avvisa il governo della linea del suo partito: “Prudenti sì, terrorizzati no”.
A cura di Tommaso Coluzzi
6.153 CONDIVISIONI

Matteo Salvini è in tour per l'Italia da settimane, per inaugurare gazebo e punti di raccolta firme per il referendum sulla giustizia. La passerella, da Sud a Nord, è l'occasione per rilasciare qualche dichiarazione ai presenti. I temi caldi, è evidente, sono i vaccini e la gestione della nuova ondata di contagi in arrivo. Il nodo è il green pass, ma anche il cambio dei parametri che decidono il colore delle Regioni. In tutto ciò il leader della Lega si deve difendere da chi lo accusa di strizzare l'occhio ai no vax, non tanto per la questione della sua vaccinazione – che ha annunciato avverrà ad agosto -, ma più che altro per lo schieramento deciso contro il green pass alla francese, ovvero contro un obbligo vaccinale indiretto.

Salvini si è difeso, dal gazebo della Lega a Jesolo lido: "La variante Delta è più contagiosa ma non fa più morti – ha commentato – Ci dovremo convivere con questo virus". Poi ha assicurato: "Io non sono no vax, i miei genitori di 75-76 anni sono vaccinati due volte, tranquilli e sicuri", ma "mi rifiuto di vedere qualcuno che insegue mio figlio che ha 18 anni con un tampone o con una siringa". E via con lo slogan: "Prudenti sì, terrorizzati no".

Il leader della Lega ha parlato più dettagliatamente dell'ipotesi di modificare la certificazione verde: "Leggevo di multe di 400 euro…". E poi il rilancio: "Se uno deve fare il green pass per andare a prendere il caffè in piazza Mazzini e intanto ne sbarcano a carrettate in Sicilia senza green pass…", ha detto riferendosi agli sbarchi dei migranti. "Quindi, prudenti, ma senza vivere da segregati in casa". Sul green pass "la nostra posizione è chiara, bisogna essere attenti e prudenti perché quella brutta bestia del virus non è ancora stata sconfitta" ma "lasciamo lavorare la gente in sicurezza". Salvini ha attaccato anche chi "già parla di zone gialle, arancioni, rosse a luglio ad agosto". Insomma, il messaggio del senatore è chiaro: "Garantiamo i vaccini a tutti i 70-80enni, ma non possiamo condannare i ragazzi che hanno sofferto alla paura a vita".

6.153 CONDIVISIONI
Generale Figliuolo ai no vax che protestano: “Contrari al vaccino? Siamo un Paese libero”
Generale Figliuolo ai no vax che protestano: “Contrari al vaccino? Siamo un Paese libero”
Il piano del governo per fermare le manifestazioni dei no vax e no green pass
Il piano del governo per fermare le manifestazioni dei no vax e no green pass
Ragazzo in piazza contro i no-vax: "Mio padre medico è morto di Covid, il vaccino l'avrebbe salvato"
Ragazzo in piazza contro i no-vax: "Mio padre medico è morto di Covid, il vaccino l'avrebbe salvato"
931 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni