81 CONDIVISIONI
Manovra 2024

Salario minimo, più soldi alla sanità e transizione green: cosa propone il Pd per cambiare la manovra

Il Pd ha presentato le proposte della sua contro-manovra: c’è il salario minimo, ma anche i mezzi di trasporto pubblici gratuiti per gli studenti con un Isee basso, così come più fondi a sanità e transizione ecologica. “L’alternativa al governo Meloni c’è”, ha detto Elly Schlein, “se la facciamo vivere insieme”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Luca Pons
81 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Manovra 2024

La manovra del governo Meloni è arrivata in Parlamento, e tutti i parlamentari hanno potuto depositare i loro emendamenti. I partiti di maggioranza, come avevano promesso, si sono astenuti del tutto (tranne la Lega che ne ha presentati tre per sbaglio), mentre dalle opposizioni ne sono arrivati più di 2.600. Dopo il Movimento 5 stelle, oggi anche il Pd di Elly Schlein ha presentato la sua contro-manovra: all'interno non solo torna la proposta di salario minimo, condivisa con le altre opposizioni, ma ci sono anche 4 miliardi di euro in più alla sanità, mezzi di trasporto pubblici gratuiti per gli studenti con un Isee fino a 35mila euro e vari fondi per aiutare la transizione ecologica.

La segretaria Schlein ha parlato di "scelte scellerate" del governo Meloni, che con la sua legge di bilancio è rimasto "inerte sul fronte del carovita e della politica dei redditi", e ha rilanciato: "L'alternativa c'è se la facciamo vivere insieme e tra la gente", come avvenuto "nella manifestazione di piazza del Popolo". Tra le circa 1.100 proposte a firma Pd, in una serie di emendamenti unitari tra i partiti di minoranza, torna sul tavolo la richiesta di istituire un salario minimo a 9 euro lordi l'ora. Ma non è l'unica misura per quanto riguarda le retribuzioni.

I dem chiedono che dopo la nascita di un figlio, ci siano cinque mesi di congedo obbligatori pagati al 100% a entrambi i genitori. Sempre per quanto riguarda il carovita, si propone di prorogare per un anno il mercato tutelato della luce e del gas. E ancora congelare l'indicizzazione degli affitti nel 2024, e varare un "grande piano casa" che recuperi le case popolari e rafforzi il fondo per gli affitti, da finanziare usando "i dodici miliardi che il governo stanzia per il ponte sullo Stretto di Messina".

Il Pd vuole rifinanziare il bonus trasporti e rendere gratuiti gli abbonamenti ai mezzi per gli studenti con un Isee fino a 35mila euro, cosa che avviene già in Emilia-Romagna e in Campania. Il taglio del cuneo fiscale va bene, ma "andrebbe reso strutturale" invece di prolungarlo per un solo anno. In più, dato che la proroga non fa che confermare il taglio già in vigore, bisognerebbe mettere in atto altre misure. Sbagliata, invece, la riforma dell'Irpef, che avrà un effetto limitato e solo per i contribuenti con un reddito sopra i 15mila euro.

Sulla sanità i dem chiedono quattro miliardi di euro in più nel 2024. Perché, come spiegato dal responsabile Economia Antonio Misiani, "questo aumenterebbe il livello della spesa sanitaria almeno rispetto al 2023". Gli emendamenti sulla sanità sono firmati da tutte le opposizioni tranne Azione.

Ci sono poi varie  proposte in ambito di transizione ecologica. Ad esempio, un credito d'imposta per le imprese che montano sui propri tetti degli impianti fotovoltaici. Ma anche un fondo da 22 miliardi di euro tra il 2024 e il 2035, che servirebbe per assistere le aziende nella loro conversione ecologica. Si creerebbe anche una cassa integrazione speciale dedicata a quelle lavoratrici e lavoratori che perdono il lavoro per le riconversioni industriali.

Ciascuna proposta è accompagnata dalle indicazioni su dove prendere i fondi necessari: "La coperta era corta, ma il governo l'ha resa ancora più corta per paura di scomodare alcuni settori del loro elettorato", ha detto Misiani.

81 CONDIVISIONI
239 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni