6.546 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 16 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 8 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
17 Settembre 2022
19:22

Renzi a Conte: “Scandaloso promettere Rdc, è voto di scambio”, Leader M5s: “Ti fai pagare dagli arabi”

Botta e risposta tra Renzi e Conte sul reddito di cittadinanza. Renzi: “È uno scandalo che vada in giro per il sud promettendo a tutti di mantenere il reddito di cittadinanza”. Conte: “Ma se non si vergogna lui che si è fatto pagare dagli arabi, possono vergognarsi le persone che prendono il reddito di cittadinanza?”.
A cura di Annalisa Cangemi
6.546 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Il reddito di cittadinanza diventa ancora una volta il pretesto per uno scontro tra Giuseppe Conte e Matteo Renzi. Questa mattina il leader di Iv, in corsa per le elezioni del 25 settembre insieme a Carlo Calenda, ha attaccato il leader pentastellato: "Per me è uno scandalo che Giuseppe Conte vada in giro per il sud promettendo a tutti di mantenere il reddito di cittadinanza e vada alle iniziative tirando fuori la tesserina gialla. Io lo dico ai toscani: volete questo sistema clientelare di voto di scambio?", ha detto il senatore di Italia Viva, a margine di una conferenza stampa svoltasi oggi a Firenze.

"Potete votare i 5s o addirittura anche il Pd che ora sta difendendo il reddito di cittadinanza. Ma quando Conte vi dice anche in Toscana ‘Vi facciamo rifare gratuitamente le case' quel gratuitamente non esiste, non c'è niente di gratis in politica. Non è che sta pagando Conte, stanno pagando i vostri figli perché è un modo per far pesare il debito pubblico sulle spalle dei figli. Allora, non c'è niente di gratis nelle proposte dei Cinque stelle, c'è una consueta e scandalosa demagogia". 

Giuseppe Conte ha replicato: "Renzi parla di vergogna. Ma se non si vergogna lui, senatore della Repubblica, che si è fatto pagare dagli arabi e ha fatto una marchetta sul Rinascimento Saudita, possono vergognarsi le persone che prendono il reddito di cittadinanza? Lui prende 500 euro al giorno", ha detto da Agrigento.

E parlando di reddito di cittadinanza, l'ex presidente del Consiglio Conte è stato applaudito: "Secondo voi, tutte queste persone che applaudono – ha commentato – prendono tutte il reddito di cittadinanza? Renzi deve fare una cosa, venga, finalmente senza scorta, in mezzo alla gente a parlare, ad esporre le sue idee. Venga a dire che in Italia non occorre un sistema di protezione sociale. Venga a dirlo e non si nasconda".

"Quando uno dice ‘andiamo a fare la campagna elettorale, portiamo tutti quelli col reddito di cittadinanza' usa un linguaggio clientelare. È voto di scambio quello che Conte sta dicendo in queste ore", ha replicato ancora Renzi da Genova nel corso di un comizio elettorale. "A Palermo 3 ore fa – prosegue Renzi – Conte ha detto: ‘Renzi venga senza scorta a dire che vuole togliere il reddito di cittadinanza'. Cosa stai facendo Giuseppe Conte? Stai minacciando la violenza fisica? Ti devi vergognare Giuseppe Conte. È incredibile questo modo di fare, Giuseppe Conte sei un mezzo uomo. Questo è un linguaggio da mafioso della politica". 

Ma lo scambio non si è concluso qui. Poco dopo il presidente del Movimento ha spiegato il significato delle sue parole: "Renzi la smetta con le furbizie e non stravolga le cose. Non scambi per un invito alla violenza l'appello che gli rinnovo: si confronti senza filtri con il mondo reale e ascolti la voce di chi non ha niente. L'unica vera minaccia è quella che Renzi rivolge ogni giorno verso chi è in gravi difficoltà economiche e non arriva neppure a metà mese". 

Renzi sfida Conte a un confronto tv

Il leader di Iv, in un post sul suo profilo, ha sfidato Conte a un confronto tv: "Giuseppe Conte ha detto che se il Parlamento cambierà una legge dello Stato, la sua legge sui navigator, è pronto alla ‘guerra civile'. Giuseppe Conte ha detto che io devo andare a Palermo senza scorta a confrontarmi con lui sul reddito di cittadinanza. Senza scorta? Un ex premier che minaccia violenza fisica? Un linguaggio di odio e di aggressione verbale fatto da chi ha occupato le più alte cariche dello stato? Questo riferimento alla violenza fisica è scandaloso. Invito Conte a un confronto civile in televisione, se è capace di dibattere senza minacciare aggressioni. Averlo mandato a casa per portare Draghi a Palazzo Chigi resterà per sempre uno dei più alti servizi che ho reso al mio Paese".

6.546 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni