L'Italia questa mattina ha assegnato il ‘place of safety', il porto sicuro, alla Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranee e Medici Senza Frontiere con 82 migranti a bordo. In serata si è saputo che dopo lo sbarco a Lampedusa le 82 persone verranno ridistribuite in cinque Paesi europei. In particolare, secondo quanto si è appreso da fonti di Governo, l'Italia si farebbe carico di 24 migranti, così come la Francia e la Germania; 8 verrebbero ospitati dal Portogallo e due dal Lussemburgo.

La notizia dell'imminente attracco al porto di Lampedusa era stata divulgata dalla stessa Sos Mediterranee: "La OceanViking ha appena ricevuto istruzioni dal Centro di coordinamento del soccorso marittimo (MRCC) di Roma di procedere a Lampedusa, in Italia, che è stata designata come Luogo di sicurezza per gli 82 sopravvissuti salvati in due operazioni SAR". Dopo che diversi Paesi europei hanno offerto la propria disponibilità ad accogliere i naufraghi, e dopo che la CommissioneUe ha preso in mano la gestione del caso della nave umanitaria, la situazione di stallo è stata superata. Nei giorni scorsi la Ocean Viking navigava nelle acque tra Malta e Lampedusa, in attesa dell'indicazione di un porto sicuro per lo sbarco.

Si tratta della prima volta, negli ultimi 14 mesi, che a una nave umanitaria viene assegnato un porto: "È la prima volta che accade da giugno 2018: qualcosa sta cambiando. Complimenti a @SosMedItalia e @Msf_Italia e grazie a chi ha resistito! Avanti così". Così Mediterranea Saving Humans ha commentato con un tweet.

Ma il sindaco di Lampedusa Salvatore Martello ha fortemente criticato la soluzione, che penalizza la sua isola: "Lampedusa non può essere la soluzione di tutti i problemi".

"Se il nuovo ministro dell'Interno Lamorgese – ha proseguito Martello – vuole continuare sulla stessa scia dell'ex ministro Salvini, noi siamo pronti ad alzare la voce e non sarà una voce di pace. Accoglienti sì ma idioti no. La nave era molto più vicina alle coste siciliane che a Lampedusa. Perché la scelta di assegnare come porto sicuro proprio Lampedusa?".

"Forse il ministro dell'Interno pensa che i lampedusani siano degli emeriti idioti. La cosa non funziona. L'isola non può essere la soluzione di tutti i problemi. Il ministro ha sbagliato indirizzo". E ancora: "O rispetta le regole anche lei o faremo sentire la nostra voce e anche ben presto – ha detto – Basta, non siamo cretini".

"Forse non hanno spiegato bene al ministro che 20 miglia a Nord di Linosa significa essere in Sicilia e non Lampedusa. Il porto più vicino è la Sicilia. In questo modo, invece, la nave è stata costretta a tornare indietro a Lampedusa. E poi da qui verranno spostati di nuovo verso la Sicilia. Che senso ha tutto questo? Qualcuno me lo spieghi…".

"C'è voluto un po', ma finalmente alla Ocean Viking è stato assegnato un porto sicuro. Piccoli segnali di discontinuità", ha commentato sui suoi canali social il deputato del Pd Matteo Orfini.

La reazione di Salvini

"Eccoli, porti aperti senza limiti…", ha commentato su Twitter l'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini, dopo aver appreso dell'autorizzazione a sbarcare a Lampedusa concessa alla Ocean Viking.