55 CONDIVISIONI

Morto Luigi Berlinguer, fu ministro della Pubblica Istruzione: aveva 91 anni. Valditara: “Grande dolore”

È morto a 91 anni Luigi Berlinguer, cugino di Enrico, dopo una lunga malattia. L’annuncio del ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara: “Ha lasciato una traccia importante”. Domani la camera ardente all’Università di Siena.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Ida Artiaco
55 CONDIVISIONI
Immagine

È morto a 91 anni Luigi Berlinguer. Cugino di Enrico, è stato uno dei protagonisti della politica d'Italia, in particolare come ministro della Pubblica Istruzione. L'annuncio è stato fatto dal ministro del'Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara.

"Apprendo ora con grande dolore della scomparsa di Luigi Berlinguer. È stato un ministro appassionato di scuola, sempre aperto al dialogo, ha lasciato una traccia importante. Ai suoi cari le mie più sentite condoglianze", ha scritto su X il ministro.

L'ex ministro dell'Istruzione da agosto era ricoverato all'ospedale Le Scotte di Siena, dove è deceduto, a causa di una lunga malattia.

Cugino di Enrico Berlinguer, storico leader del PCI, e di Giovanni Berlinguer, Luigi è stato deputato, senatore, ministro dell'Università e della ricerca: la prima volta nel 1993 con Carlo Azeglio Ciampi a Palazzo Chigi aveva guidato il dicastero dell’Università e della ricerca scientifica, poi dal 1996 al 2000 era stato ministro della Pubblica istruzione, prima con Romano Prodi, poi con Massimo D’Alema. L'ultima elezione nel 2009 al Parlamento europeo con il Pd. Negli ultimi anni è stato presidente del Comitato nazionale per l'apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti.

Domani il corpo sarà esposto nella sala del rettorato dell'Università di Siena, dove fu eletto rettore nel 1985 e lo è stato fino al 1994.

Tanti i messaggi dal mondo politico. Tra le prime, ha ricordato Luigi Berlinguer Debora Serracchiani, della segreteria nazionale Pd : "Un uomo dal grande spessore intellettuale e umano, vero professore, con una straordinaria capacità di vivere la politica in modo operativo. Nella comune esperienza al Parlamento europeo ho potuto apprezzarne la levatura e l'autorevolezza, e voglio esprimere la mia gratitudine per come, in quei miei passi in un contesto complesso, ha saputo essere per me un riferimento discreto e affettuoso. Il mio cordoglio alla famiglia e alla comunità accademica".

La segretaria del Pd, Elly Schlein ha espresso "a nome di tutta la comunità democratica il più profondo cordoglio per la scomparsa di Luigi Berlinguer. Ci lascia una personalità appassionata e impegnata ma soprattutto Luigi Berlinguer lascia a noi l'eredita' di avere a cuore, e difendere, il patrimonio inestimabile della nostra cultura politica. Ai suoi familiari e ai suoi amici vanno le nostre condoglianze".

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha invece dichiarato: "Oggi la Toscana piange la scomparsa di una delle personalità politiche e istituzionali più significative del nostro Paese, Luigi Berlinguer. La sua lunga e preziosa carriera come consigliere regionale della Toscana, parlamentare, ministro della pubblica istruzione e rettore dell'Università di Siena ha lasciato un segno indelebile nella nostra comunità. Domani, uniti nel ricordo, onoreremo la sua eredità in ogni angolo della nostra amata regione!".

55 CONDIVISIONI
Forze dell'ordine per proteggere le scuole a rischio: l'annuncio di Valditara
Forze dell'ordine per proteggere le scuole a rischio: l'annuncio di Valditara
Scuola, Valditara vuole tornare ai vecchi giudizi, con l'aggiunta di 'gravemente insufficiente'
Scuola, Valditara vuole tornare ai vecchi giudizi, con l'aggiunta di 'gravemente insufficiente'
Morto Jacob Rothschild, era a capo di una delle più grandi dinastie di banchieri al mondo
Morto Jacob Rothschild, era a capo di una delle più grandi dinastie di banchieri al mondo
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views